Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 17 Febbraio 2019

Istituto“Duca degli Abruzzi” di Catania, svolta la fase regionale del Premio Scuola Digitale

In un'Aula Magna piena di studenti si è svolta stamattina, presso la sede del “Politecnico del Mare”, la seconda tappa del Premio Scuola Digitale. Gli otto istituti partecipanti, provenienti da tutta la Sicilia, hanno presentato i loro progetti di innovazione digitale, caratterizzati da un alto contenuto di conoscenza, tecnica e tecnologica. Per favorire l’eccellenza e il protagonismo delle scuole nel settore dell’innovazione digitale si sono presentati all'evento l'istituto “Marconi” di Catania, il “Fortunato Fedele” di Agira, il “Nervi” di Lentini, il “Mazzini” di Vittoria, il “Ruggero Settimo” di Caltanissetta, il “Rapisardi-Da Vinci” di Caltanissetta, il “Giovanni Melidi” di Palermo e il “Girolamo Caruso” di Alcamo. Per l'occasione la giuria composta dal Comandante della Direzione Marittima Marco Trogu (presidente di giuria), dal dottor Puglisi del Cnr di Catania, dall’assessore all’Ambiente del Comune di Catania Fabio Cantarella e dalla dirigente del Politecnico del Mare Brigida Morsellino ha conferito il primo premio all'istituto “Mazzini” di Vittoria. Al secondo posto si è classificato il “Girolamo Caruso” di Alcamo mentre il terzo posto è andato al “Marconi” di Catania. Presente all'evento il dottor Stefano Ontario per Confindustria Giovani. «Per noi tutti i partecipanti sono i veri vincitori di questa manifestazione- affermerà a conclusione dell'evento la dirigente dell’istituto statale di istruzione superiore “Duca degli Abruzzi” Brigida Morsellino- sono loro che con le loro iniziative, le loro proposte e il loro impegno contribuiscono a migliorare il panorama didattico regionale e nazionale. Le istituzioni politiche, sociali e scolastiche hanno il dovere di assecondare la loro voglia di fare e di essere protagonisti nella scuola del domani».

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI