Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 19 Aprile 2024

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:494 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:524 Crotone

La serie evento internazi…

Mar 27, 2024 Hits:710 Crotone

L'I.C. Papanice investe i…

Mar 01, 2024 Hits:1319 Crotone

Presentato il Premio Nazi…

Feb 21, 2024 Hits:1439 Crotone

Prosegue la formazione BL…

Feb 20, 2024 Hits:1274 Crotone

Si firmerà a Crotone il M…

Feb 14, 2024 Hits:1445 Crotone

Le opere del maestro Affi…

Feb 07, 2024 Hits:1493 Crotone

Standing ovation per Fille du régiment alla Royal Opera House di Muscat

FOTODIGRUPPO

Un quarto d’ora di applausi e poi standing ovation per Fille du régiment del Teatro Massimo alla Royal Opera House di Muscat (ROHM), nel Sultanato dell’Oman, uno dei teatri più grandi e importanti del mondo arabo. Così è stato accolto lo storico allestimento di Franco Zeffirelli dell’opera di Donizetti, con il soprano palermitano Desirée Rancatore nel ruolo di Marie.

Poi grande festa sul palcoscenico, con il sindaco e presidente della Fondazione Teatro Massimo Leoluca Orlando, il sovrintendente Francesco Giambrone, l’ambasciatore d’Italia in Oman, Giorgio Visetti, il direttore della ROHM Umberto Fanni, la senior artistic manager della ROHM, la palermitana Francesca Campagna. Pubblico sia omanita che internazionale alla prima dell’opera, che avrà due repliche oggi e dopodomani. Il 18 maggio concerto del soprano Diana Damrau.

La Royal Opera House di Muscat, un imponente ed elegante edificio monumentale da 80 mila metri quadrati, 1.100 posti e una struttura che comprende parcheggi, negozi, ristoranti ed aree espositive, inaugurato nel settembre 2011 con la Turandot prodotta da Zeffirelli, è stato il primo teatro d’opera ad aprire nella Penisola arabica, e svolge un ruolo importante di diffusione della cultura e della musica occidentale in Medioriente.

FOTO 1 e FOTO 2. Il sindaco Orlando e il sovrintendente Giambrone con Sua Eccellenza Dr Rawya Saud Al Busaidi, ministro dell'Alta Educazione e Chair Board of Directors della Royal Opera House e con Sua Altezza Kamil Fahad Al Said, componente del Board of Directors della Royal Opera House.

FOTO 3. Da sinistra, il direttore della ROHM Umberto Fanni; il sindaco Leoluca Orlando; Kamil Fahad Al Said, componente del Board of Directors della Royal Opera House; il sovrintendente Francesco Giambrone, l'ambasciatore d'Italia in Oman,  Giorgio Visetti.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI