Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 15 Aprile 2024

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:397 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:426 Crotone

La serie evento internazi…

Mar 27, 2024 Hits:613 Crotone

L'I.C. Papanice investe i…

Mar 01, 2024 Hits:1268 Crotone

Presentato il Premio Nazi…

Feb 21, 2024 Hits:1387 Crotone

Prosegue la formazione BL…

Feb 20, 2024 Hits:1226 Crotone

Si firmerà a Crotone il M…

Feb 14, 2024 Hits:1397 Crotone

Le opere del maestro Affi…

Feb 07, 2024 Hits:1447 Crotone

La gioventù comunista in piazza con gli studenti: «contro buona scuola, Renzi e UE»

IMG-20151009-WA0001

«Studenti in piazza contro buona scuola, Renzi e Ue», «contro la scuola di classe»: questi gli slogan dello spezzone studentesco organizzato dal Fronte della Gioventù Comunista nel corteo contro la riforma della scuola partito questa mattina da Piazza Politeama a Palermo.

«La Buona scuola di Renzi apre definitivamente all’ingresso dei capitali privati nelle scuole, sotto forma di finanziamenti che permetteranno alle imprese di influire sulla didattica» – ha affermato Vincenzo Battaglia, studente del Liceo Scientifico A.Einstein e militante del FGC - «Inaccettabili l’aziendalizzazione delle scuole, l’attacco al titolo di studio con la differenziazione dei curriculum studenteschi, la sostituzione della formazione tecnica e professionale con un’alternanza scuola-lavoro che consegna gli studenti nelle mani di aziende private, trasformandoli in manodopera a basso costo. Non si spende un euro per il diritto allo studio, pochi spiccioli per l’edilizia scolastica, mentre in Italia uno studente su tre abbandona gli studi a causa della crisi e una scuola su cinque necessita di interventi strutturali urgenti.»

«Spetta a noi organizzare l’offensiva contro il modello di scuola imposto da questo sistema.» - ha concluso Vicenzo Battaglia - «Rivendichiamo la piena gratuità dell’istruzione, dai libri ai trasporti; l’abolizione dei finanziamenti alle scuole private e dei contributi scolastici; interventi urgenti sull’edilizia scolastica. Lottiamo contro la scuola di classe imposta dai dettami di UE, BCE e FMI, che ci condannano a un futuro di precarietà, disoccupazione e assenza di diritti.»

Nel mirino della gioventù comunista anche le esercitazioni NATO. Nel corteo sono stati distribuiti volantini contro le esercitazioni “Trident Juncture” in corso a Trapani Birgi, chiamando gli studenti a partecipare al corteo regionale del prossimo 31 ottobre a Marsala: «Oggi si spendono pochi spiccioli per il diritto allo studio e l’edilizia scolastica, ma la priorità dell’Italia è quella di giocare alla guerra. Il Governo mantiene stanziato un budget di 13 miliardi per gli F-35, una cifra vicina a quella che servirebbe per finanziare la ristrutturazione urgente dell’edilizia scolastica. Non accettiamo – ha affermato Ignazio Terrana, resp. locale del FGC - che si continui a tagliare sul nostro futuro: soldi alla scuola, non per la guerra.»

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI