Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 22 Luglio 2024

Isola Summer 2024, ecco g…

Lug 05, 2024 Hits:491 Crotone

Premio Pino D'Ettoris: al…

Lug 01, 2024 Hits:563 Crotone

San Giuda Taddeo presenta…

Mag 27, 2024 Hits:1080 Crotone

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:1771 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:1084 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:1247 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:1286 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:1491 Crotone

October Baby alla sala Raimondi

volantino_october_baby_A4

 

Lunedì 27 maggio, alle ore 20,00, presso la Sala Raimondi, organizzato dalla Fondazione D’Ettoris, Alleanza Cattolica e Scienza & Vita, sarà proiettato il film October Baby. L’evento è inserito nel calendario delle feste mariane. Nel corso dell’incontro sarà presentata la rivista Notizie Pro Vita. La proiezione sarà preceduta dai saluti di mons. Pancrazio Limina, parroco della Basilica Cattedrale, Antonio D’Ettoris, presidente della Fondazione D’Ettoris, Giancarlo Cerrelli, presidente provinciale di Alleanza Cattolica, Toni Brandi, editore della rivista Notizie Pro Vita, Giovanni Lentini, Assessore alla Cultura della Provincia di Crotone e mons. Domenico Graziani, arcivescovo di Crotone-Santa Severina.

Una pellicola esclusiva, non ancora presente nelle sale cinematografiche europee, distribuita con i sottotitoli italiani nel 2012. Un film commovente che narra la vera storia di Gianna Jessen, una ragazza sopravvissuta a un tentativo di aborto salino. Oggi Gianna è una bellissima donna, nonostante le difficoltà fisiche dovute al tentato aborto subito, viaggia in tutto il mondo testimoniando la sua storia, facendo riflettere meglio le donne su quello che viene spacciato come diritto. In un discorso fatto nel 2008 al Parlamento australiano, Gianna Jessen afferma: «Non vedete arroganza nel sopprimere i deboli? Ci sono cose che si possono imparare dai più deboli. Se li sopprimete sarete voi a perderci.» Il film scatena l’odio del movimento abortista e femminista, ma la protagonista ribatte con il proclamare la vita, lei che ha vinto l’olocausto silenzioso.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI