Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 12 Dicembre 2017

Unicredit: un anno di grandi successi

Unicredit (UCG.MI) è nata nel 1998 dalla fusione dei gruppi bancari Credito Italiano e Unicredito, dando vita ad Unicredit, banca commerciale leader in Europa e operativa in 17 paesi, con oltre 147.000 dipendenti e più di 7800 filiali nel mondo.

Il gruppo, guidato da Jean Pierre Mustier, ha visto un profondo turnaround, che ha portato la banca ad allontanarsi sempre più dal rischio sistemico che interessava diverse banche italiane.

Il titolo UCG.MI, quotato alla Borsa di Milano nel listino FTSE Italia All Share e FTSE MIB, è sicuramente uno dei titoli di maggior successo a Piazza Affari in questo 2017. Dopo la battuta d’arresto vista nel 2016, la banca di Piazza Gae Aulenti registra un rendimento annuo superiore al 55% e un rendimento da inizio anno attorno al 22%.

I risultati pubblicati a maggio relativamente al primo trimestre 2017 hanno evidenziato ricavi pari a 4,8 miliardi di dollari, in rialzo del 3,4% rispetto allo stesso periodo del 2016. L’utile netto della banca è aumentato a 907 milioni, per un rialzo del 40,6% rispetto ai 645 milioni conseguiti nel corrispondente periodo lo scorso anno.

Dall’inizio del mese di luglio il titolo è stato scambiato tra livelli attorno a quota 16.50 ad un massimo poco oltre i 17.60 e il 18 luglio il titolo ha chiuso sotto i 17 euro per azione.

I prossimi dati delle trimestrali giungeranno il 2 agosto, quando la banca pubblicherà anche la semestrale consolidata al 30.6.2017. Gli analisti sono positivi sul titolo. Macquarie, che ha iniziato la copertura su UniCredit, offre un giudizio di “outperform”, ovvero il titolo registrerà una performance superiore al mercato di riferimento, e un prezzo obiettivo di 21 euro, citando la solidità dell’istituto dopo l’aumento di capitale. Gli analisti di Morgan Stanley sono più prudenti sulla performance di Unicredit e offrono un giudizio “equalweight” (neutrale), ma hanno rivisto al rialzo il prezzo obiettivo da 16 euro a 17,5 euro grazie alla previsione di un miglioramento dell’EPS (utile per azione) per il 2018 e 2019. Gli analisti di Goldman Sachs hanno rivisto a loro volta il prezzo target su Unicredit da 20 euro a 21,7, e invitano all’acquisto delle azioni della Banca.

Come approfittare del successo di Unicredit

Investire in borsa tramite l’acquisto diretto di azioni richiede un importante esborso e mobilizzazione di capitali. Diversi broker online come AvaTrade ti offrono l’opportunità di fare trading con i contratti per differenza, ovvero strumenti finanziari derivati che ti permettono di speculare su un asset finanziario sottostante, come le azioni UniCredit, senza detenere fisicamente l’asset e senza commissioni. I CFD consentono di sfruttare sia i rialzi che i ribassi del prezzo di un asset e di ottenere un’esposizione fino a 20 volte il capitale investito.

Operi in borsa acquistando direttamente gli asset che ti interessano? Scopri i vantaggi del trading online con CFD azionari e approfitta delle oscillazioni di prezzo di titoli come Unicredit con una maggiore flessibilità, una maggiore esposizione e minori costi per il tuo investimento. Per saperne di più, consulta la pagina dedicata a Unicredit su AvaTrade.

 

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI