Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 16 Ottobre 2021

Raddoppio ferroviario: Bianco, “battaglia vinta nonostante le resistenze”

foto raddoppio

 

Cerimonia di forte valore simbolico oggi a Palazzo degli Elefanti: il sindaco Enzo Bianco ha consegnato al Forum delle associazioni volontarie di cultura e ambiente battutesi al fianco delle Istituzioni, una pergamena con il verbale della conferenza di servizi che ha deciso un percorso diverso del raddoppio ferroviario Zurria- Acquicella che, così come progettato da Rfi, risultava particolarmente invasivo sull’impianto architettonico e monumentale della città.

“L’incontro di oggi - ha detto Bianco – celebra una battaglia vinta nonostante le resistenze e rappresenta un passo importante per perseguire la nostra idea di Catania”.

All’incontro erano presenti anche l’assessore all’Urbanistica Salvo Di Salvo e i rappresentanti del Forum delle associazioni in particolare, tra gli altri, per Italia Nostra il presidente provinciale Antonio Pavone e Alfio Monastra, per l’Istituto Castelli il presidente Filippo Cosentino e il vice presidente Eugenio Magnano, per il Garden la presidente Giovanna Cosentino e la vice presidente Giulia Gravina, per l’Inner Wheel Anna Piazza, per il Fai La presidente Anna Mandalà e Giovanni Condorelli e, infine il rappresentanza del Kiwanis Catania Est Elio Garozzo, promotore del coordinamento cittadino dei Club service Rotary, Lions e Soroptimist che hanno aderito all’iniziativa del Forum.

“Si è trattato di una battaglia bipartisan - ha spiegato il sindaco - combattuta con determinazione in difesa della città. Il verbale testimonia la volontà congiunta delle istituzioni, il Governo con il Ministero per la Coesione, la Regione con l’Assessorato alle Infrastrutture e il Comune che, in collaborazione con l’Università, hanno proposto un progetto non invasivo diverso da come era stato previsto”.

Il progetto voluto dalle Istituzioni e dal Forum prevede infatti una galleria interrata all’altezza del Porto che con un percorso sotterraneo raggiunga Acquicella.

“Noi speriamo anche – ha concluso Bianco - di realizzare nuovi sogni, come quello di un’altra galleria, sempre sotto la superficie, una corsia veicolare che liberi via Dusmet dalle auto. E quello di fare degli archi della Marina una bella passeggiata per biciclette e pedoni”.

Gli eventuali costi ulteriori saranno inseriti, come ha assicurato il Ministero per la Coesione, nei progetti europei di Horizon 2020.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI