Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 23 Giugno 2024

San Giuda Taddeo presenta…

Mag 27, 2024 Hits:631 Crotone

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:1370 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:713 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:906 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:961 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:1154 Crotone

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:1490 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:1482 Crotone

Anche pagare le imposte sta diventando più difficile

“Anche pagare le imposte sta diventando sempre più complesso e difficile. Siamo costretti a veri e propri salti mortali”. E’ il rammarico che arriva dal consigliere dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, Giovanni Randazzo, a proposito della chiusura, dallo scorso 15 settembre, degli sportelli operativi di Riscossione Sicilia a Vittoria e a Modica. “Una chiusura e una successiva trasformazione in sportelli polifunzionali – asserisce Randazzo – che di fatto ha determinato una serie di pesanti disagi ai contribuenti, oltre che ai professionisti che, come nel nostro caso, li assistono, i quali, in mancanza di conto corrente o carta di credito debbono recarsi sino a Ragusa per effettuare i pagamenti. Un atteggiamento paradossale e penalizzante quando, invece, nel resto della penisola, Equitalia si sta adoperando per incrementare l’assistenza sul territorio in favore degli stessi contribuenti. A ciò si aggiunga il fatto che gli stessi sportelli polifunzionali dovrebbero cessare la loro attività dal 31 ottobre e che, al loro posto, sarà operativo, forse una volta alla settimana, uno sportello informativo. Nel segnalare i pesanti disagi a cui andranno incontro i contribuenti, ci sentiamo, come Ordine, di assecondare le proteste provenienti dalle associazioni di categoria che, su questo aspetto, si erano già spese denunciando la problematica. L’auspicio è che possa registrarsi un autorevole intervento, da parte di chi ha le competenze per farlo, al fine di fare recedere Riscossione Sicilia da questa decisione originaria che, tra l’altro, contravviene anche rispetto a quanto deciso all’Ars sulla delicata materia”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI