Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 14 Aprile 2024

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:364 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:401 Crotone

La serie evento internazi…

Mar 27, 2024 Hits:590 Crotone

L'I.C. Papanice investe i…

Mar 01, 2024 Hits:1254 Crotone

Presentato il Premio Nazi…

Feb 21, 2024 Hits:1373 Crotone

Prosegue la formazione BL…

Feb 20, 2024 Hits:1212 Crotone

Si firmerà a Crotone il M…

Feb 14, 2024 Hits:1382 Crotone

Le opere del maestro Affi…

Feb 07, 2024 Hits:1434 Crotone

Restituite alla Croazia 9 monete di interesse archeologico

Il 18 settembre 2023, a Roma, presso l’Ambasciata di Croazia in Italia, alla presenza dell’Ambasciatore di Croazia in Italia, Jasen Mesic e del Consigliere diplomatico Tamara Perisic, i militari del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale (TPC) di Roma, hanno restituito n. 9 monete di interesse archeologico, depredate dai siti archeologici del territorio croato e, in particolare, 1/4 di nummus di Massimiano, databile 305-306 d.C.; 1/4 di nummus di Massimino Cesare, databile 305-306 d.C.; nummus di Costantino I, databile 330 d.C.; nummus di Costante I, databile 337-340 d.C.; nummus di Costantino II databile 337-340 d.C.; nummus di Costante, databile 337-340 d.C.; Ae3 di Costanzo II, databile 348-350 d.C.; Ae3 di Costanzo II, databile 337-340 d.C.; nummus di Costantino I per Costantino II Cesare, databile 320 d.C.

I reperti erano stati rinvenuti dai militari del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Roma, che li avevano individuati presso l’abitazione di un collezionista toscano e posti in sequestro, nel corso di perquisizioni delegate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Firenze, tese al rinvenimento e al sequestro di preziosi reperti archeologici provenienti da diverse aree geografiche del pianeta.  

Di fondamentale importanza per l’individuazione dei beni, l’accertamento della loro appartenenza al patrimonio della Repubblica di Croazia e le analisi circa l’autenticità e il valore storico-culturale, è risultata la sinergica collaborazione con il personale altamente specializzato del Museo delle Civiltà di Roma, i Numismatici del Medagliere Capitolino e gli archeologi dell’amministrazione per la tutela del patrimonio culturale - Ministero della cultura e dei media - della Repubblica di Croazia.

Il dissequestro delle importanti testimonianze della storia e dell’identità del popolo croato, di sicuro interesse storico culturale, disposto dal Tribunale di Firenze con sentenza del 14.10.2022, divenuta irrevocabile il 28.02.2023, ha permesso la restituzione delle monete archeologiche che verranno riportate in Patria ove potranno essere oggetto di studio e fruizione pubblica. 

Fonte Carabinieri

 

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI