Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 22 Aprile 2024

L'Associazione "Pass…

Apr 05, 2024 Hits:586 Crotone

Ritorna Calabria Movie Fi…

Apr 03, 2024 Hits:613 Crotone

La serie evento internazi…

Mar 27, 2024 Hits:795 Crotone

L'I.C. Papanice investe i…

Mar 01, 2024 Hits:1377 Crotone

Presentato il Premio Nazi…

Feb 21, 2024 Hits:1499 Crotone

Prosegue la formazione BL…

Feb 20, 2024 Hits:1324 Crotone

Si firmerà a Crotone il M…

Feb 14, 2024 Hits:1494 Crotone

Le opere del maestro Affi…

Feb 07, 2024 Hits:1541 Crotone

Stampa Estera, corrispondenti a cena con Giorgia Meloni

Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha partecipato alla cena annuale organizzata dall’Associazione della Stampa Estera presso l’hotel Cavalieri a Roma. Questo evento è stato organizzato dai corrispondenti esteri per il secondo anno consecutivo, e nel 2022 vi partecipò anche l’allora premier Mario Draghi. Durante l’incontro con la stampa estera, Giorgia Meloni ha confessato di avere dei sogni nel cassetto mai realizzati, tra cui voler fare la cantante , giocare con la nazionale di pallavolo  e conoscere Michael Jackson . Durante la cena, la Presidente ha sorpreso tutti ballando sulle note di “Billie Jean”, l’immortale capolavoro del Re del Pop. Un momento sicuramente inaspettato e divertente!

Durante i saluti Il presidente Giorgia Meloni ha detto tra l'altro ai colleghi della stampa estera :

"Buonasera sono Giorgia, qualcuno direbbe sono una donna, sono una mamma, sono cristiana", ha detto la premier in apertura riprendendo un vecchio tormentone. Di sé ha detto di considerarsi “una persona perbene e buona”, consapevole che “non bisogna mai sottovalutare la potenziale cattiveria di un buono costretto a essere cattivo". Le cose che la fanno arrabbiare? "La slealtà, l'umiliazione e perdere a burraco, cosa che mi sta capitando spesso: diciamo che quest'anno non è partito benissimo".

Ai reporter ha ricordato di essere anche lei giornalista, ma di aver speso "due terzi della propria esistenza nell'impegno politico", cosa che ancora oggi considera "la più straordinaria forma di impegno civile che esista". Poi ancora: "Non amo stare dove sono e, proprio per questa ragione, potrei rimanerci più degli altri". In questo suo discorso ai giornalisti della Stampa Estera .. ha svelato di avere "molti dei sette vizi capitali, quasi tutti", eccetto "quello più devastante per i politici che è quello della vanità". Anzi, "a dispetto della mia faccia non sono sempre arrabbiata, una volta per dimostrarlo a Ignazio La Russa ho mostrato una foto di terza elementare dove avevo questa faccia. In realtà sono una persona che ama ridere, soprattutto di se stessa".

E ancora, Meloni ha detto alla stampa estera che nessuno dei suoi sogni nel cassetto si è realizzato: "Volevo fare la cantante ma sono stonata, giocare con la nazionale di pallavolo ma sono nana, conoscere Michael Jackson ma è morto troppo presto". Quello che non c'era tra i suoi sogni era "fare il presidente del Consiglio". Continuando con gli aneddoti personali è poi tornata su Michael Jackson: "Mi ha insegnato l'inglese, perché volevo capire cosa dicevano le sue canzoni". E ha rivelato di non essere esattamente un'inguaribile ottimista. Anzi, uno dei suoi "collaboratori storici" ripete che il suo motto è 'moriremo tutti'. Tutto vero, conferma Meloni: "Guardo sempre il bicchiere mezzo vuoto, ma siccome so immaginare lo scenario peggiore possibile poi sono in grado di affrontare tutti gli altri".

«In questa occasione ci si aspetta dal presidente del Consiglio un intervento leggero e divertente. Io non ero leggera manco a 15 anni, figuratevi dopo 16 mesi che faccio il presidente del Consiglio. Voi mi invitate nel giorno in cui perdo le elezioni in Sardegna e sto pure facendo la Quaresima e non posso neanche affogare i miei dispiaceri nell'alcol", le parole di Giorgia Meloni all'incontro con la stampa estera.

Tra una battuta e l'altra spazio, come detto, ai temi seri. A partire dalla riforma del premierato. "Voglio dare stabilità e maggiore peso ai cittadini. Il tempo è quello che è mancato ai governi italiani: a questa nazione serve stabilità, per dare priorità agli investimenti, avere una strategia, governare i poteri economici. Sulla riforma costituzionale ci sono accuse, un famoso commentatore Usa citava Mussolini perché dice che per pochi voti sarà possibile avere la maggioranza: accade in varie democrazia come la Francia", ha spiegato Meloni.

Ma qualche battuta non è comunque mancata nell’intervento della premier. “Non so che cosa Silvio Berlusconi da lassù pensi che questa "banda di comunisti", come lui l’avrebbe definita, si trasferisce” a Palazzo Grazioli, “ma sono i casi della vita”, ha detto Meloni con riferimento al trasferimento della sede dell’Associazione in quella che è stata la residenza del Cavaliere nella Capitale.

Un passaggio sull'intelligenza artificiale nel suo rapporto con i media. "Si può parlare quanto si vuole di libertà di stampa ma il problema è che si rischia di cancellare la stampa", ha detto la premier. "L'intelligenza artificiale - ha aggiunto - è una grande opportunità se governata, altrimenti può essere un detonatore. Rischiamo un impatto sul mercato del lavoro che riguarda formazioni altamente qualificate, come il giornalismo, che può essere devastante".

Inoltre, dalla premier un monito scherzoso dopo il successo della prima giornata di collocamento del Btp Valore. “Abbiamo lanciato il Btp valore, è dedicato ai piccoli risparmiatori, nella prima giornata ha raccolto 6 miliardi di euro. È un record assoluto“, ha detto Meloni. “Per cui se vi avanza qualche soldo che volete investire bene in una nazione seria con un governo longevo, ci sarebbe questo Btp Valore al quale mi permetto di fare pubblicità”, ha aggiunto con il sorriso sulle labbra.

 

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI