Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 23 Luglio 2024

Isola Summer 2024, ecco g…

Lug 05, 2024 Hits:500 Crotone

Premio Pino D'Ettoris: al…

Lug 01, 2024 Hits:568 Crotone

San Giuda Taddeo presenta…

Mag 27, 2024 Hits:1085 Crotone

Al Salone del libro Loren…

Mag 15, 2024 Hits:1776 Crotone

L'Istituto Ciliberto-Luci…

Mag 14, 2024 Hits:1089 Crotone

Le opere di Bach: gli eff…

Mag 02, 2024 Hits:1251 Crotone

In città l'ultima tappa d…

Apr 30, 2024 Hits:1290 Crotone

Convegno Nazionale per la…

Apr 23, 2024 Hits:1495 Crotone

Guerra in Ucraina, Netanyahu si offre come mediatore

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha fatto sapere di essere disponibile a mediare tra la Russia e l'Ucraina se entrambe le parti, ma anche gli Usa, glielo domandassero. "Se richiesto da tutte le parti rilevanti - ha dichiarato in una intervista alla Cnn - certamente lo considererò ma non mi sto proponendo". Intanto, però, lo stesso primo ministro di Israele ha fatto sapere di stare valutando l'invio di armi a Kiev.

"Se richiesto da tutte le parti rilevanti - ha detto in una intervista alla Cnn - certamente lo considererò ma non mi sto proponendo"

Poi ha aggiunto che ci devono essere "tempi giusti
e giuste circostanze". Il premier ha poi rivelato di essere stato contattato come mediatore lo scorso febbraio, subito dopo l'invasione russa ma di aver declinato. "Ho una regola - ha detto -: un primo ministro alla volta".

"Certo li sto esaminando", ha replicato Netanyahu ad una domanda su possibili aiuti militari all'Ucraina - finora assenti da parte di Israele - compreso il sistema di
difesa antimissili Iron Dome. Netanyahu ha poi notato che gli Usa di recente hanno preso 250.000 proiettili di munizioni, immagazzinati in Israele, e passati all'Ucraina. "È una decisione degli Usa - ha aggiunto - va bene, non ho problemi con questo". E poi: "Anche Israele, francamente, agisce in modi che non elencherò qui contro la
produzione di armi dell'Iran che sono usate contro l'Ucraina".

Alcuni media, citati da Reuters, riportano intanto che gli Stati Uniti stanno preparando più di 2 miliardi di dollari di aiuti militari per l'Ucraina che dovrebbero includere per la prima volta razzi a lungo raggio, oltre ad altre munizioni e armi. Gli aiuti militari, secondo due dirigenti americani, dovrebbero essere annunciati già questa settimana. Si prevede inoltre che includano attrezzature di supporto per i sistemi di difesa aerea Patriot, munizioni di precisione guidate a distanza e armi anticarro Javelin.

Una novità duramente criticata dal Cremlino: le nuove forniture americane all'Ucraina, compresi eventuali missili a lungo raggio, "non cambieranno gli eventi" sul terreno ma contribuiranno solo ad aggravare l'escalation, ha detto il portavoce Dmitry Peskov citato dall'agenzia Ria Novosti. Il Cremlino accoglie inoltre con favore le proposte avanzate nei giorni scorsi da un'azienda privata, un attore e e alcuni governatori di regioni, di pagare una ricompensa ai militari per ogni carro armato americano Abrams che verrà distrutto in Ucraina. "I carri armati occidentali bruceranno - ha ammonto Peskov - e grazie alle ricompense dal mondo imprenditoriale e dalle regioni crescerà il numero degli entusiasti" pronti a distruggerli.


La Nato è coinvolta in una guerra ibrida contro la Russia da parecchio tempo", ha detto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov nella giornata di martedì 31 gennaio 2023. "Qualunque cosa possano dire i nostri partner occidentali, comunque cerchino di giustificare le loro azioni per pompare armi in Ucraina - compresi i noti slogan secondo cui la via per la pace passa attraverso le spedizioni di armi - tutti capiscono tutto. Stiamo parlando del coinvolgimento della NATO in una guerra ibrida contro la Russia per un tempo piuttosto lungo, una guerra che si sta rifrangendo nelle sue calde manifestazioni, nelle azioni del regime di Kiev", ha continuato.

Fonte Ansa e varie agenzie

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI