Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 02 Marzo 2024

L'I.C. Papanice investe i…

Mar 01, 2024 Hits:120 Crotone

Presentato il Premio Nazi…

Feb 21, 2024 Hits:407 Crotone

Prosegue la formazione BL…

Feb 20, 2024 Hits:376 Crotone

Si firmerà a Crotone il M…

Feb 14, 2024 Hits:596 Crotone

Le opere del maestro Affi…

Feb 07, 2024 Hits:703 Crotone

Il patrimonio della …

Gen 24, 2024 Hits:1083 Crotone

Book Baby Boom: inizia un…

Gen 19, 2024 Hits:1173 Crotone

Alla Frassati inaugurata …

Nov 07, 2023 Hits:2504 Crotone

I Filarmonici di Busseto: Professionalità, gusto e raffinatezza

Una vera festa della professionalità, del gusto, della raffinatezza e del piacere e voglia di far musica insieme è stato il concerto che i “Filarmonici di Busseto” hanno tenuto nell’Auditorium “Sandro Pertini”, gentilmente concesso dal Dirigente Anna Maria  Maltese, Mercoledi  07 Dicembre, nell’ambito della Stagione Concertistica l’ “Hera della Magna Grecia“ V Edizione della Società Beethoven  Acam di Crotone.

Artisti e professionisti ormai affermati ed acclamati nei teatri più prestigiosi Internazionali, sia come solisti, sia come componenti delle più svariate formazioni, hanno presentato, ad un pubblico numerosissimo, formato soprattutto da giovani studenti dei vari strumenti, intervenuti per ascoltare virtuosi cosi famosi, un programma molto vario, che partendo da Verdi  arrivava ai giorni nostri.

Trascrizioni e adattamenti per una formazione anomala,  che comprendeva  chitarra Giampaolo Bandini, contrabasso - Antonio Mercurio, clarinetto - Corrado Giuffredi, fisarmonica  -  Cesare  Chiacchiaretta,  batteria - Roger  Catino.

Trascrizioni costruite molto bene che mettevano in luce tutte le enormi possibilità tecnico interpretative che potevano essere realizzate da ogni strumento nelle mani di veri esperti.

Artisti “I Filarmonici di Busseto”, capaci di presentare musiche già conosciute, facendo sentire il pubblico come se stesse ascoltando quella musica per la prima volta.

Scelte agogiche e dinamiche di grande fedeltà al testo, una gamma di emozioni e sentimenti  che ci danno la sensazione di non poter condividere  ma di  trattenere  più private ed intime,  finché non diventino manifeste.

Un vero intenso, coinvolgente viaggio in musica, all’insegna dell’espressività attraverso alcune delle pagine più belle mai scritte.

Naturalmente applausi e bis a ripetizione, sono stati ben quattro, che ci hanno rimandati tutti al prossimo appuntamento artistico.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI