Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 06 Agosto 2020

La Terra di Bari riparte dalla rete dei castelli, convegno alla Fiera del Levante

La Terra di Bari riparte dalla rete de castelli con Adristorical Lands. L’iniziativa è stata presentata nell’ambito della 77esima edizione della Fiera del Levante. Finanziato dal programma IPA Adriatic CBC 2007-2013, il progetto mira a valorizzare la storia e il patrimonio dei territori, stimolando un percorso comune tra le città adriatiche per lo sviluppo di un turismo sostenibile.

Al centro dell’azione di Promozione della Provincia di Bari, i castelli. Dal Castello Normanno Svevo di Bari alla Torre Angioina di Bitonto, dal Castello Baronale di Bitritto al Castello Acquaviva d’Aragona di Conversano, dal Castello Federiciano di Gioia del Colle passando per Gravina con il Castello Normanno Svevo e Modugno con il Casale di Balsignano, dal Castello Angioino di Mola di Bari al Torrione Passari di Molfetta, dal Castello Carlo V e l’Abazia Fortificata di Santo Stefano di Monopoli passando per Rutigliano con la sua Torre Normanna, dal Castello Caracciolo di Sammichele di Bari al Castello Normanno Svevo di Sannicandro di Bari al Castello e Torre Normana di Toritto al Castello Baronale di Valenzano, una rete per promuovere la Terra di Bari.

Adristorical Lands favorisce un turismo basato sui valori naturali, culturali e sulle tradizioni del bacino Adriatico per la rinascita dei centri storici e delle aree rurali. Il finanziamento complessivo del progetto “Adristorical Lands” è di 3 milioni e 900 mila euro. Il budget assegnato alla Provincia di Bari è di 250 mila euro.

Al convegno, moderato dal direttore della sede Regionale rai per la Puglia Carlo Brienza, hanno partecipato, tra gli altri, l’assessore regionale al Mediterraneo Silvia Godelli, il vicepresidente della Provincia di Bari, Nuccio Altieri e il giornalista Osvaldo Bevilacqua.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI