Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 15 Aprile 2021

Salvini furioso dopo la bocciatura del referendum sulla Legge Fornero

"La Corte costituzionale, nell'odierna Camera di consiglio - informa una nota - ha dichiarato inammissibile la richiesta di referendum relativa all'articolo 24 (Disposizioni in materia di trattamenti pensionistici) del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201 (Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici)", la cosiddetta legge Fornero, appunto, "convertito in legge, con modificazioni, dall'articolo 1, comma 1, della legge 22 dicembre 2011, n. 214, nel testo risultante per effetto di modificazioni e integrazioni successive". "La sentenza - informa inoltre la Consulta - sarà depositata entro i termini previsti dalla legge".

I giudici della Corte Costituzionale, bocciando il referendum sulla riforma Fornero delle pensioni, hanno "fottuto un diritto sacrosanto": così ha detto il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, su Radio Padania. "Questa Italia mi fa schifo - ha aggiunto - e mi batterò per ribatarla

''Come Lega faremo tutto quello che la democrazia permette, anche se ho dei dubbi che con oggi si possa parlare di democrazia in Italia'' ha detto Salvini, rilanciando la manifestazione del 28 febbraio. ''Spero rimanga tranquillo, però mi metto nei panni di chi ci sperava - ha aggiunto - E' chiaro che sabato 28 febbraio è Renzi a casa con le buone, ma non solo con le buone perché questo sta sfasciando il Paese''. Secondo Salvini, ''mentre il palazzo discute alla Camera della legge elettorale e al Senato della Costituzione, l'unico cambiamento vero, reale, positivo per la gente è stato fottuto. Oggi è veramente una giornata del c..., in un Paese del c..., con un governo del c... e spero che gli italiani si sveglino''. Il segretario ha parlato di ''beffa'' e ''furto di democrazia''. E a chiesto in diretta radio se c'era una mail, un referente della Corte Costituzionale. ''Com'è - ha detto - che uno riesce a chiamare per dire mi fate pena, vergognatevi?''. Il conduttore gli ha dato il numero riportato sul sito della Consulta. ''Ovviamente molto civilmente - ha concluso Salvini - semplicemente per dire vergogna, oggi avete rubato un pezzo di democrazia''.

La Corte Costituzionale ''avrà avuto le sue buone ragioni. Ritengo questa decisione positiva per il Paese''. Lo ha detto l'ex ministro del Lavoro, Elsa Fornero a proposito della decisione della Consulta sull'inammissibilità del referendum sulla riforma delle pensioni. ''Ora il Parlamento se vuole esamini la riforma con pacatezza e lungimiranza''."La Fornero sulla bocciatura del Referendum: "Decisione positiva". Vergognati e taci. Che schifo". Lo scrive in un post su facebook Matteo Salvini commentando la dichiarazione dell'ex ministro Elsa Fornero.

" Vittoria della Lega in Senato sulla giustizia! E' stata approvata parte delle nostra mozione. Il Sì riguarda la responsabilità civile dei magistrati affinch é sia effettiva in caso di responsabilità dei magistrati, la compiuta implementazione del processo telematico ma soprattutto che si continui il piano straordinario delle carceri con la messa in sicurezza delle 38 strutture esistenti, e di attuare gli accordi bilaterali  o la stipula di nuovi accordi bilaterali con altri Stati, affinché i detenuti stranieri scontino la pena nei Paesi di origine". 

Lo comunica  Erika Stefani vicepresidente dei senatori leghisti e capogruppo del Carroccio in commissione giustizia. 

" Sui tempi della giustizia in Italia, viviamo praticamente nel terzo mondo. Questo governo invece di accelerarne i tempi ha deciso di trasformare la giustizia civile in un sistema elitario: aumentandone i costi l'ha resa accessibile solo a chi ha possibilità economiche.  Sull'aspetto penale, dobbiamo ricordare l'insieme dei provvedimenti che abbiamo chiamato svuota carceri e gli altri, fino ad arrivare all'ultima ipotesi, contenuta nel decreto legislativo, che prevede l'introduzione della non punibilità per i reati di particolare tenuità. Anche questo è grave, soprattutto se si tiene a mente che - spiega Stefani - in città come Bologna e Milano c'è stato un incremento dei reati predatori di quasi il 30 per cento". 

"Quando si parla direttamente con un operatore delle Forze di polizia ci si sente dire che gli stessi criminali che vengono fermati sono tranquilli perché sanno che in galera non ci vanno, che le conseguenze non saranno così gravi e di questo ne sono consapevoli anche gli stranieri. Il paese è un 'Bengodi' per chi vuole campare sulla criminalità. Il risultato di oggi è solo un primo passo, noi ci batteremo - conclude Sefani - affinché i cittadini si riapproprino del diritto fondamentale di sentirsi sicuri nelle proprie case e nelle loro Città". Intanto :

Hanno votato contro il rinvio della discussione della Legge elettorale perché sono dei ladri. Ladri di diritti e di democrazia. I senatori del Pd e di Forza Italia si devono vergognare, pensano solo agli inciuci e alle poltrone mentre il paese muore di crisi. Vogliamo parlare di abrogazione della legge Fornero perché è una schifezza immonda, vogliamo parlare di esodati e di disoccupati. Non chiediamo niente se non di fare qualcosa per i cittadini. Spero che tutti oggi si rendano conto di quali siano le priorità per Renzi e Berlusconi ".

Lo dichiara il presidente dei senatori leghisti Gian Marco Centinaio.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI