Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 27 Aprile 2017

"Black Island"…

Apr 20, 2017 Hits:225 Crotone

"Maria Taglioni…

Apr 20, 2017 Hits:240 Crotone

A San Leonardo di Cutro s…

Apr 18, 2017 Hits:321 Crotone

Wecar Crotone perde in ca…

Apr 12, 2017 Hits:401 Crotone

A gonfie vele il gemellag…

Apr 04, 2017 Hits:717 Crotone

Santa Spina a Umbriatico…

Apr 01, 2017 Hits:645 Crotone

Successo della "Mari…

Apr 01, 2017 Hits:627 Crotone

Tavolo regionale per la Legalità: Presenti i Presidenti delle Consulte provinciali degli Studenti

Il tavolo regionale per la legalità e la corresponsabilita' e' un'idea progettualepromossa dal l'Ufficio Scolastico Regionale in partenariato con la Magistratura, le Consulte provinciali studentesche della Calabria, la Corte d'Appello di Catanzaro e Reggio Calabria, l'Associazione Nazionale Magistrati, la Direzione Nazionale Antimafia di Catanzaro e Reggio Calabria, l'Autorità Nazionale Anticorruzione.

Nei giorni scorsi, presso la Fondazione Mediterranea Termina di Lamezia Terme,i Dirigenti, i Referenti per la Legalita' dintutte le scuole calabresi, unitamente ai Rappresentant delle Consulte della Calabria hannonpartecipato al seminario informativo coordinato da Maria Stella Franco, referente regionale Legalità, e Franca Falduto, referente regionale Consulte studentesche, ha tracciato la direzione comune, facendo il punto sullo stato della legalità in Calabria.

Seppure i fatti di cronaca descrianonuna realta devastata dalla criminalita' dilagante, l' evento partecipato in maniera straordinaria e glinintervent dei giovaniparolegiovaniPresidenti delle Consulte studentesche calabresi contraddicono, lasciando aperti ancora spiragli di speranza. Parole d'ordine, quindi: conoscenza, impegno, speranza.

Ha aperto i lavori il Direttore Generale dell'USR Calabria, Diego Bouchè, seguito da Paolo Sciascia, Dirigente Uff. IV della Direzione Generale dello Studente del MIUR e Giacomo Ebner, Dirigente Associazione Nazionale Magistrati (Roma e Lazio), iquali hanno sottolineato la valenza dei piccoli gesti di legalità, affinchè questa parola non rimanga vuota retorica.

Sono seguiti gli interventi dei componenti del Tavolo in rappresentanza della Magistratura: Maria Alessandra Ruberto, Salvatore Dolce e Antonio Giuttari che hanno illustrato il ruolo dei Loro uffici di competenza e della Giustizia come valore fondante della società.

Alessio Rocca, Presidente CPS di Catanzaro e regionale, insieme a Mariagrazia Giampa' Presidente CPS diVibo Valentia, sono intervenuti con competenza sul tema del bullismo e del cyberbullismo illustrando motivazioni del fenomeno e dati statistici interessanti frutto di ricerche internazionali; Cosimo Mollica, Presidente CPS di Crotone ha posto l' attenzione sul disagio causato dalle difficoltà di mobilità nella sua provincia mentre Mattia Greco per la CPS di Cosenza ha focalizzato il tema dell' Immigrazione ed ha concluso Francesco Nicolò Presidente CPS di Reggio Calabria che ha illustrato il progetto dell' ANAC sulla figura del Whistleblower. Tutti hanno partecipato all'Assemblea i progetti delle Consulte riferibili ai temi trattati.

A chiudere i lavori, don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera: Parafrasando lo stesso Falcone, la battaglia contro la mafia è una lotta di libertà e civiltà. Come può dirsi civile una società in cui sono 2.300.000 i giovani senza lavoro, 4.600.000 i poveri, 1.100.000 i bambini poveri? Di fronte a queste cifre la legalità davvero rischia di essere un idolo, “una bandiera che tutti sventolano, a iniziare da chi la calpesta”. C'è una retorica della legalità, pericolosa quanto la medesima illegalità. “Siate ri- belli”: non uno slogan, ma un invito, una preghiera, un monito ai tanti giovani presenti. Riprendetevi la bellezza. Lottate contro ogni tentativo di omologazione forzata e contro i sedativi di diverso tipo che vi vengono offerti. Snidate ogni focolaio di narcisistico compiacimento. Don Luigi Ciotti li ha invitati tutti a Locri, il 21 marzo "dovremo alzeremo la voce, – ha concluso don Ciotti – quando in molti scelgono un prudente silenzio”.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI