Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 20 Novembre 2017

Manifestazione e scontri davanti alla sede dell’Ater

Attimi di tensione stamattina a Corviale e scontri tra forze dell'ordine ed esponenti di Forza Nuova che si opponevano all'assegnazione di una casa popolare ad una famiglia di origine eritrea a Corviale, nella periferia di Roma, dove due vigili urbani e un poliziotto sono rimasti feriti dopo essere stati colpiti con sampietrini al volto e alla testa da il gruppo di manifestanti di forza nuova che voleva impedire lo sgombero di un appartamento popolare e che doveva poi essere assegnato a un cittadino eritreo che ne aveva diritto. 

Secondo quanto si è appreso, alcuni militanti del movimento di destra si sarebbero opposti allo sgombero della precedente famiglia e avrebbero sbarrato l'ingresso ai nuovi assegnatari. Ne sono nate tensioni con le forze dell'ordine sfociate negli scontri e infine negli arresti.Sul posto sono intervenute numerose pattuglie della polizia in supporto alla Municipale che si trovava in difficoltà dopo essere stata aggredita da una trentina di giovani in parte appartenenti al movimento Roma ai romani.

Tre agenti di polizia feriti alla testa da alcuni sampietrini lanciati durante gli scontri con appartenenti a Forza Nuova. Secondo quanto si è appreso, durante le operazioni di sgombero della precedente assegnataria, un gruppo di circa 30 persone si è radunato per protestare davanti alla casa popolare dell'Ater, nel quartiere di Corviale, alla periferia di Roma. I manifestanti avrebbero impedito l'ingresso dei nuovi assegnatari lanciando oggetti contro le forze dell'ordine presenti. Secondo quanto si è appreso ci sono cinque arrestati per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Si tratterebbe di esponenti di Roma ai Romani, e tra loro c'è anche il leader Giuliano Castellino

Dalla questura è stato confermato l’arresto di quattro persone, compreso il leader del movimento Giuliano castellino: Sono accusate di resistenza violenza e lesioni a pubblico ufficiale e manifestazione non autorizzata. Ai disordini avrebbero partecipato anche alcuni residenti della zona di via Giovanni Porzio dove si trova l’appartamento che doveva essere consegnato all’avente diritto. Secondo una prima ricostruzione un ufficiale dei vigili urbani sarebbe rimasto ferito per difendere un collega dal lancio di sampietrini. I tre operatori feriti sono stati ricoverati in ospedale per accertamenti. 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI