Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 24 Ottobre 2021

Dal deserto del Sud alla ricostruzione delle città a misura dei giovani

Il Rapporto annuale dell’Istat ha scattato questa fotografia sul Sud, con riferimento al 2017: “Il Mezzogiorno si “svuota”: nascite i n calo e fuga dei giovani al nord d’Italia. Nel 2065 perderà tre milioni di abitanti”. A questo punto, diciamo, senza mezzi termini, che questo declino demografico del Mezzogiorno e delle relative città, deve essere un tema centrale del dibattito pubblico nazionale e locale, puntando, a nostro modesto avviso, alla ricostruzione delle città, del Sud, a misura dei giovani.  Infatti, il flusso migratorio, soprattutto, dei giovani, del Sud, è costante e accelererà l’abbandono di borghi, anche, prestigiosi, nonostante sono una ricchezza non ancora, utilizzata come meriterebbe. Nel particolare, stiamo parlando di luoghi d’arte, storici, archeologici, naturali, termali, ricchi di artigianato, di fiere, sagre e feste locali, la cui accoglienza, è da sempre premurosa e cordiale. In tal senso, per dovere di cronaca, diciamo che qualcosa si sta muovendo in Puglia. Vediamo come. La Regione Puglia, con un progetto pilota, ha pubblicato un bando di oltre un milione di euro, con il quale, invita i giovani studenti delle scuole pugliesi, ad indicare e votare i propri “luoghi del cuore”, ovvero, i suddetti luoghi; poi, i trentacinque più cliccati riceveranno un contributo di 30.000 euro, l’uno, per piccoli interventi di riqualificazione o messa in sicurezza, per iniziative di valorizzazione, anche, attraverso l’uso di tecnologie innovative, interventi di sensibilizzazione e promozione. Sarà una gara di passione civica, ovvero, laboratori in cui i giovani, supportati dalle scuole, interrogheranno le emozioni sui tesori dimenticati della Puglia e proveranno ad immaginarne un destino migliore. In conclusione, diciamo che la Puglia, con questa esperienza, tenta di rivolgersi ai giovani, a coloro, cioè, che domani saranno chiamati, a prendersi cura, del grande patrimonio culturale ereditato.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI