Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 03 Luglio 2022

La musica non finisce mai a "La Spiaggetta" Sampieri

Kirlian in azione

 

Inizia agosto. E la musica non finisce mai a “La Spiaggetta” Sampieri. Che con le sue proposte innovative, spinge gli appassionati, e non solo loro, alla ricerca di sonorità diverse dal solito, circondate da dimensioni sconosciute, che rendono un’estate rovente adatta ad apprezzare le migliori colonne sonore. E’ il caso della rassegna “Freskure”, con veri e propri concerti alla consolle rivolti a chi ama il suono puro. Sabato 3 agosto il protagonista sarà un altro grosso calibro delle sonorità d’autore. Si esibirà, infatti, Kirlian, un dj dal cuore rock’n roll. E’ come se fosse, così ama autodefinirsi, il figlio naturale di Elvis Presley. Il che è già tutto un programma. Basti pensare che collabora, da anni, all’animazione dei migliori party anticonvenzionali della Sicilia. E non è un caso che i suoi dj set siano equiparati, addirittura, ad una settimana di palestra. Perché è impossibile riuscire a stare fermi. Una nuova scommessa de “La Spiaggetta” Sampieri, con l’oasi naturalistica tutt’attorno a fare da cornice, per una proposta musicale che non mancherà di sorprendere chi non ha mai assistito a performance del genere ed esalterà ancora di più, invece, chi è già avvezzo ad esibizioni simili. Ma le scommesse musicali de “La Spiaggetta” Sampieri non si esauriscono mica qui per il fine settimana perché domenica 4 agosto torna la rassegna “Jazz” per i cultori della musica dell’anima per eccellenza. Stavolta toccherà ad un quartetto di recente formazione stupire il pubblico presente. Sono i “Baroque&Blu” quartet, con Laura Paone al flauto, Carmine Calabrese al pianoforte, Roberto Fiore al contrabbasso, Emanuele Primavera alla batterie. Musicisti che arrivano da esperienze musicali di vario tipo, che vanno dal classico al jazz al pop. Con un repertorio che è principalmente basato sui pezzi di Claude Bolling, leggermente rivisti e personalizzati dagli stessi musicisti. Insomma, un’altra serata da trascorrere ascoltando le note che toccano le corde della delicatezza. Cullati dal suono delle onde del mare, il tutto in un caleidoscopio di virtuosismi da non perdere, con una serie di performance dalle intense sonorità.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI