Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 03 Dicembre 2020

Esordio sfortunato per la Blu Team Catania

Blu Team_Giusy Malato


Serie A1 Pallanuoto Femminile, 2ª giornata - 19 ottobre 2013 - Piscina “Zurria” Catania 

Blu Team Catania – Rari Nantes Bologna 7-8


Blu Team: Messina, Greenwood, Distefano, Ayale 5, Borrello, Iuppa, A. D’Amico, Virzì, Buccheri, Muré, Grillo 2 (1 rig.), Salvia, Ignaccolo. All. Antonio Ajosa.

RN Bologna: Giancristofaro, Stefanini, Lenzi, Mina, Rendo, Barboni 1, M. D’Amico 2 (1 rig.), Manzoni 1, Arancini 1, Budassi 3, Calabrese, Pasquali, Ghedini. All. Giacomo Grassi.


Arbitri: Patrizia Zappatore (Taranto) e Alessia Ferri (Roma).


Note: parziali 1-2; 4-2; 0-1; 2-3. Uscite per limite di falli: nessuno. Superiorità numeriche: Blu Team 3/10 +1 rig.; RN Bologna 5/9 +1 rig. Spettatori: 200 circa.

Esordio casalingo sfortunato per la Blu Team Catania, uscita sconfitta di misura dal match, valevole per la seconda giornata di A1, contro la Rari Nantes Bologna. Sfida sempre in equilibrio in tutti i parziali decisa da un finale più brillante da parte delle emiliane. La squadra di Giacomo Grassi ha sfruttato meglio le superiorità numeriche rispetto alle padrone di casa (5 realizzazioni su 9 per Bologna, contro le sole 3 su 10 della Blu Team), che hanno sprecato molto sotto porta, sciupando più volte negli istanti finali l’occasione del pareggio. Peccato perché fino a metà gara le etnee erano avanti nel punteggio e sembravano poter centrare il primo storico successo in massima serie.

Prima dell’inizio del match la presidentessa della Blu Team, Giovanna Saccullo, ha omaggiato con un mazzo di fiori l’ex campionessa catanese e medaglia d’oro olimpica ad Atene 2004, Giusy Malato, oggi presente alla piscina Zurria in veste di “madrina” della prima assoluta in casa in Serie A1 delle etnee. Primo quarto di studio, con le due squadre brave ad annullarsi, chiuso avanti da Bologna (1-2) grazie alle reti di Budassi e Arancini. Nel secondo parziale si è scatenata Valentina Ayale che con quattro reti in pochi minuti ha trascinato la Blu Team: al cambio di campo catanesi in vantaggio per 5-4. Negli ultimi due tempi, invece, la squadra di Poppy Ajosa ha perso di lucidità in zona gol, dilapidando un gran numero di occasioni (zero gol nel terzo tempo). Le bolognesi, invece, hanno sfruttato le occasioni a disposizione e - nel quarto parziale - hanno trovato lo sprint giusto per portare a casa il successo. Le migliori in vasca per la Blu Team sono state la veterana Milena Virzì, che ha stravinto il confronto con la temibile Arancini (abituata a ben altri score, a dispetto dell’unica rete realizzata oggi), Agnese D’Amico e la Ayale, quest’ultima top-scorer dell’incontro con cinque reti.

“Oggi speravo in una prestazione più gagliarda delle mie ragazze – ha dichiarato il coach etneo Poppy Ajosa a fine partita –, Bologna ha giocato la sua onesta partita e, probabilmente, ha meritato più di noi la vittoria. Loro sono state certamente più concrete, mentre noi abbiamo sciupato tante occasioni sotto porta, specie negli ultimi due parziali in cui non abbiamo sfruttato tante superiorità numeriche. Durante il match abbiamo anche dovuto rinunciare alla Greenwood che non stava benissimo. La sconfitta di oggi ci servirà sicuramente da lezione in vista del prossimo futuro – ha concluso l’allenatore catanese -, mettiamo fieno in cascina e ripartiamo subito sperando di rifarci già sabato prossimo a Messina”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI