Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 26 Novembre 2022

Le 4 Stagioni di Vivaldi …

Ott 29, 2022 Hits:1234 Crotone

La Maschera d’Argento di …

Ott 29, 2022 Hits:1269 Crotone

Marco Vincenzi virtuoso e…

Ott 21, 2022 Hits:1546 Crotone

Affidato realizza il nuov…

Ott 04, 2022 Hits:2249 Crotone

Successo per il pianista …

Set 30, 2022 Hits:2653 Crotone

Confindustria Crotone ha …

Set 23, 2022 Hits:2723 Crotone

Kiwanis insieme all'Unice…

Set 20, 2022 Hits:2493 Crotone

Santa Severina - Tre gior…

Set 15, 2022 Hits:3529 Crotone

Chi è contro l'Europa della Merkel

Secondo il gruppo FI, della Camera e del Senato : Il 15 Maggio 2011 in Spagna, grazie al coordinamento di Plataforma Democracia Real Ya!, un’organizzazione civile che ha portato nelle piazze la protesta contro il sistema delle banche e dei “poteri forti”, nasceva un nuovo movimento politico, il Movimiento 15-M, divenuto famoso nel mondo come movimento degli “Indignados” che vogliono superare di fatto il dualismo Partito Socialista Operaio Spagnolo – Partito Popolare che dagli anni ’80 caratterizza lo scenario politico spagnolo.

Coordinandosi principalmente attraverso i social network, i membri del Movimento scendono periodicamente in piazza per manifestare il proprio disagio nei confronti dell’attuale sistema politico spagnolo, del bipartitismo inconcludente e della diffusa corruzione. Programma elettorale

A favore della Tobin Tax e di una riforma fiscale vantaggiosa per iredditi più bassi, sostengono misure di riforma plurali per i mercati finanziari nel rispetto dell'articolo 128 della Costituzione, in cui si afferma che “Tutte le risorse economiche del paese, nelle loro differenti forme e indipendentemente dalla loro titolarità, sono subordinate all'interesse generale”. Programma elettorale

Il Movimiento 15-M sostiene inoltre la nazionalizzazione immediata ditutti gli istituti di credito bancari soccorsi da parte dello Stato; per quel che riguarda la politica economica europea e internazionale propongono una riduzione del potere del FMI e della BCE e la creazione di una valuta nazionale transitoria che possa ripristinare un equilibrio nel meccanismo di cambio, nonché controlli più severi sulle transazioni al fine di prevenirespeculazioni finanziarie di qualsiasi forma.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI