Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 22 Settembre 2019

Chiaramonte Gulfi - Concluse le celebrazioni in onore di san Vito martire

Una devozione senza fine. E’ quella tornata a perpetuarsi domenica sera quando fedeli e soprattutto devoti hanno assistito al tradizionale appuntamento dell’uscita del simulacro del patrono San Vito dalla chiesa madre di piazza Duomo a Chiaramonte Gulfi. Un rito antico, a conclusione dei solenni festeggiamenti, tornato a rivivere in onore del simulacro del martire giovinetto, salutato da grida di giubilo e acclamanti, provenienti da tutti coloro che hanno avuto modo di esprimere, attraverso la gioia e la letizia, l’attaccamento al santo. Il simulacro, su un mezzo motorizzato, è stato portato in processione accompagnato dalle marce sinfoniche delle bande cittadine. Il suggestivo corteo, con il clero cittadino, i rappresentanti delle istituzioni e delle forze dell’ordine, ha preso il via dal cuore del centro storico ed è andato avanti snodandosi tra le suggestive viuzze di Chiaramonte Gulfi. Come da tradizione ormai immemore, la statua del Patrono è stata portata in visita nelle chiese di Santa Maria di Gesù, San Giovanni Battista, San Filippo e Santissimo Salvatore. Ad ogni sosta, un momento di preghiera. In piazza Duomo, poi, il tradizionale messaggio di fede in cui sono state messe in luce le peculiarità della figura di San Vito, molto apprezzate tra i cristiani per la valenza del messaggio, legato alle fede e alla solidarietà, che il martire ha inteso trasmettere. Prima c’era stata la celebrazione eucaristica presieduta dal sacerdote Paolo Malatesta, parroco della parrocchia San Vito martire di Mascalucia e delegato nazionale di San Vito Italia. Ad animare la celebrazione il coro polifonico Cantus Novo diretto dal maestro Giovanni Giaquinta. La festa del Patrono, ancora una volta, ha visto impegnati attorno al santo i componenti della comunità chiaramontana non solo come “santuvitari” ma anche come cittadini di un paese i cui antenati avranno avuto i loro motivi per acclamarlo patrono di Chiaramonte, accanto alla patrona principale Maria Santissima di Gulfi. Subito dopo lo spettacolo pirotecnico, in piazza San Vito, il rientro del simulacro nella chiesa patronale. Molto partecipata, poi, ieri mattina, la cerimonia di benedizione degli animali, tenutasi in piazza Duomo. Le iniziative dedicate a San Vito proseguono domenica 8 settembre con la Natività di Maria, titolare della parrocchia. Alle 19, in chiesa Madre, ci sarà la celebrazione eucaristica mentre alle 20 si terrà il sorteggio dei premi messi in palio in occasione della festa di San Vito edizione 2019. A curare la comunicazione esterna della festa è stata Confcommercio provinciale con Confcommercio cittadina. “E’ stata una bella festa – dicono il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti, e il presidente sezionale Confcommercio, Danilo Scollo – che meritava di essere promossa in questo modo. Una festa molto significativa che celebra l’identità del popolo chiaramontano tornato a ritrovarsi attorno al proprio patrono in maniera assolutamente ammirevole. Ed ecco perché queste celebrazioni meritavano la massima attenzione anche da parte nostra”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI