Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 04 Giugno 2020

Isola Capo Rizzuto - La r…

Giu 01, 2020 Hits:155 Crotone

Zero contagi a Crotone, P…

Mag 27, 2020 Hits:279 Crotone

La Lega di Crotone unita …

Mag 25, 2020 Hits:368 Crotone

Lega Giovani: La mafia pu…

Mag 23, 2020 Hits:415 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Gior…

Mag 23, 2020 Hits:409 Crotone

Tre anni fa il gemellaggi…

Mag 19, 2020 Hits:569 Crotone

Antica Kroton, la Lega in…

Mag 16, 2020 Hits:596 Crotone

Crotone in fiore

Mag 05, 2020 Hits:776 Crotone

Rete Imprese Italia: “Senza impresa non c’è Italia. Riprendiamoci il futuro”

manifestazione roma

 

Grande adesione e ottima partecipazione anche dalla provincia di Ragusa per la manifestazione nazionale lanciata oggi a Roma da Rete Imprese Italia, il soggetto che riunisce le associazioni di categoria più importanti, per chiedere con forza a Governo e Parlamento una svolta urgente della politica economica. La crisi, la crescita allarmante della disoccupazione e una pressione fiscale, locale e nazionale, che anche nel 2014 rimarrà a livelli intollerabili, rischiano di prolungare i loro effetti sulle imprese, già stremate da forti difficoltà, e provocare un ulteriore impoverimento delle famiglie. Soddisfazione per la partecipazione della delegazione iblea è stata manifestata dal presidente della Confesercenti Provinciale di Ragusa Riccardo Santamaria, portavoce di turno di Rete Imprese Italia. “Senza l’impresa non c’è Italia. Riprendiamoci il futuro” è stato lo slogan della manifestazione che ha visto giungere a Roma da ogni parte d’Italia le molte rappresentanze di imprenditori di Casartigiani, Cna, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti. Preentata una folta piattaforma rivendicativa con cui si chiede al mondo della politica un reale cambiamento economico e sociale. “Il mondo dell’impresa diffusa, dell’artigianato e del terziario di mercato rappresenta il tessuto produttivo dell'Italia – spiega Santamaria - Dal futuro di questo sistema di imprese dipende il futuro del Paese. Per questo, le imprese vogliono esprimere il profondo disagio per le condizioni di pesante incertezza in cui sono costrette ad operare ma anche avanzare concrete proposte di rapida attuazione che possano evitare il declino economico e ripristinare un clima più positivo e di maggior fiducia nel futuro”.

PER DIRE BASTA

  • AD UN FISCO ESOSO CHE SCHIACCIA IMPRESE E FAMIGLIE E SOTTRAE RISORSE ALLO SVILUPPO
  • AL QUOTIDIANO CALVARIO BUROCRATICO
  • AD UNA TASSAZIONE LOCALE IRRESPONSABILE

PER CHIEDERE

  • MENO VINCOLI E COSTI SUL LAVORO CHE CI PERMETTANO DI INVESTIRE IN RISORSE UMANE DANDO LAVORO IN PARTICOLARE AI GIOVANI
  • ALLE BANCHE DI ASSOLVERE AL PROPRIO RUOLO INVESTENDO SULL’ECONOMIA REALE E NON SULLA FINANZA;
  • ALLO STATO IL SALDO DEI DEBITI NEI CONFRONTI DELLE IMPRESE
  • L’APPROVAZIONE DI NORME CHE INCENTIVINO GLI INTERVENTI DELLE AMMINISTRAZIONI LOCALI DIFFUSI SUL TERRITORIO PER RIDARE IMPULSO ALLA RIPRESA ECONOMICA ED AI CONSUMI
  • MISURE URGENTI PER CONSENTIRE ALLE IMPRESE DI RESISTERE ALLE DIFFICOLTÀ E TORNARE RAPIDAMENTE ALLO SVILUPPO

 

CHIEDIAMO AL GOVERNO ED ALLA POLITICA, DA SUBITO, FATTI CONCRETI.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI