Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 27 Novembre 2022

Le 4 Stagioni di Vivaldi …

Ott 29, 2022 Hits:1251 Crotone

La Maschera d’Argento di …

Ott 29, 2022 Hits:1288 Crotone

Marco Vincenzi virtuoso e…

Ott 21, 2022 Hits:1565 Crotone

Affidato realizza il nuov…

Ott 04, 2022 Hits:2257 Crotone

Successo per il pianista …

Set 30, 2022 Hits:2664 Crotone

Confindustria Crotone ha …

Set 23, 2022 Hits:2731 Crotone

Kiwanis insieme all'Unice…

Set 20, 2022 Hits:2503 Crotone

Santa Severina - Tre gior…

Set 15, 2022 Hits:3540 Crotone

Mirto Crosia - Dissesto idrogeologico, Consulta sindaci scrive a Renzi

 

6-CONSULTA-CROSIA-140416 (1)Considerato che i Sindaci sono autorità di Protezione Civile nei rispettivi ambiti comunali, chiedono di essere dotati di mezzi e strutture idonei per fronteggiare le emergenze, o, in mancanza, di essere esonerati da tali funzioni - alle quali non possono evidentemente attendere - con affidamento diretto delle stesse al Governo nazionale anche attraverso le sue ramificazioni periferiche. Prevedere in modo obbligatorio la cosiddetta analisi di suscettibilità  dei rischi idrogeologici, le frane potenziali, con valutazione preventiva  di pericolosità  per evitare rischi futuri in caso di edificazione, anche per le aree dove non sono censiti frane e rischi attuali. Sono, questi, alcuni dei punti inseriti nel documento politico-programmatico unitario da sottoporre all’attenzione del Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo RENZI ed al Capo della Protezione Civile Nazionale Fabrizio CURCIO, al Governatore della Calabria Mario OLIVERIO ed al Dirigente della Protezione Civile della Calabria Carlo TANSI. – MODIFICHE ALLE LEGGE URBANISTICA REGIONALE E VINCOLI ALLO SVILUPPO TURISTICO (QTRP, VIA, VAS, ETC). Declassamento ad agricole delle zone C/D, relative a lottizzazioni ed aree artigianali; valenza retroattiva della legge, consumo zero di suolo per le zone D e turistiche e monetizzazione soprattutto per i centri privi di standard urbanistici. La Consulta, attraverso il documento unitario condiviso nella 5a assemblea tenutasi a Terranova da Sibari nel mese di Marzo auspica che la Regione Calabria, attraverso l’assessorato all’urbanistica, possa fare proprio il senso e gli obiettivi sottesi alle osservazioni e considerazioni manifestate dall’Assemblea e adotti ogni iniziativa utile affinché possano essere studiate ed approvate delle necessarie modifiche ed integrazioni destinate a garantire un più equilibrato contemperamento delle diverse esigenze ambientali, sociali ed economiche.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI