Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 16 Ottobre 2019

Alluvione 1996, Cerrelli:…

Ott 14, 2019 Hits:110 Crotone

Con Shakespeare partita l…

Ott 11, 2019 Hits:206 Crotone

Cerrelli difende gli abit…

Ott 04, 2019 Hits:487 Crotone

"Assaggiamo la Calab…

Ott 04, 2019 Hits:357 Crotone

Giornata Europea delle Li…

Ott 03, 2019 Hits:392 Crotone

Candelnight, a Scandale l…

Set 25, 2019 Hits:627 Crotone

Vernice, il cd dei "…

Set 23, 2019 Hits:678 Crotone

Concluso il concorso internazionale ibla grand prize

ibla grand prize 1

La proclamazione dei vincitori della 23esima edizione del concorso internazionale Ibla Grand Prize non è arrivata ieri sera, come ci si aspettava. La bravura dei giovani talenti provenienti da tutto il mondo ha, anche quest’anno, messo in seria difficoltà la giuria internazionale presieduta dal maestro Marcello Abbado. I giurati hanno chiesto ancora qualche altro giorno di riflessione e di analisi dei concorrenti e dunque, a concorso ultimato, si ragionerà sui vari punteggi ottenuti, sulle doti personali e sulla capacità interpretativa anche rispetto all’avvio di una carriera con i concerti nelle più importanti capitali del mondo, a partire da New York con la Carnegie Hall. Ieri sera si è svolta, con un grande successo di pubblico, il gala di beneficenza presso Villa Criscione. Come ogni anno vengono raccolti fondi per le missioni umanitarie dei padri Carmelitani in Madagascar. Si sta lavorando alla costruzione di un ospedale, così come ha spiegato ieri sera padre Renato Dall’Acqua. Tantissimi gli artisti che si sono esibiti ieri sera, rappresentanti i cinque continenti. Hanno fatto breccia tra il pubblico Alessandro Blanco e Giuseppe Sinacori alla chitarra dall’Italia, Gennaro Cardaropoli al violino, sempre dall’Italia, Suvdantsetseg Chinzorig al pianoforte dalla Mongolia, Manuela Colella all’arpa dall’Italia, Bat-Amar Enkhbat al pianoforte dalla Mongolia, Luca Giovanni al violino dall’Italia, Mingwei He compositrice dalla Cina, Miwa Hoyano al pianoforte dal Giappone, Jan Hugo al pianoforte dall’Italia, Yu Jung Park al pianoforte dal Sud Corea, la cantante Elsa Roux Chamoux dalla Francia, Hana Song al pianoforte dal Sud Corea. In contemporanea alla serata di gala a Villa Criscione, “Ibla Grand Prize” ha previsto i concerti anche in piazza Pola a Ragusa Ibla dove, tra i vari artisti, grande successo ha ottenuto il giovane sciclitano Giuseppe Blanco al pianoforte.

ibla grand prize 2

Durante la serata di ieri è intervenuta l’assessore comunale alla Cultura, Stefania Campo. Nel sottolineare l’appoggio dell’Amministrazione della città di Ragusa al concorso internazionale, ha anche ribadito il pieno risultato raggiunto sia in termini di partecipazione che di immagine per la città di Ragusa a livello internazionale. Il direttore artistico e presidente della Ibla Foundation, Salvatore Moltisanti, ha ringraziato il Comune per il sostegno offerto e ha spiegato che la scelta di svolgere le prove musicali degli artisti in varie location del quartiere barocco è stata vincente e possibile grazie anche all’impegno diretto dello stesso assessore Campo e del suo staff. “Si chiude una nuova straordinaria edizione del concorso – ha commentato il maestro Moltisanti - "Ibla Grand Prize" ha accolto anche quest'anno tantissimi artisti eccezionali, dalle straordinarie doti. Siamo molto soddisfatti per il riscontro che abbiamo avuto per la nuova formula lanciata, che ha coinvolto differenti location di straordinaria bellezza disseminate per Ibla, facendole conoscere ai turisti in visita alla manifestazione. Un grazie sentito va alla squadra, volontari compresi, che lavora con costanza alla riuscita del concorso, alla giuria e al suo presidente, il maestro Marcello Abbado, una presenza importante che ogni anno ci sorprende. Quest’anno Abbado ha concesso delle masterclass inaspettate, tutte seguitissime e non escludiamo di ripeterle il prossimo anno anche in piazza”. Ha infine parlato il presidente della giuria internazionale Marcello Abbado ribadendo la difficoltà della giuria nel dover scegliere la top ten dei vincitori ma ha anche lanciato un messaggio di pace rilanciando il valore unificante della musica, vero linguaggio universale che fa ritrovare sullo stesso palco, a distanza di chilometri, artisti di nazioni che attualmente sono in guerra.

ibla grand prize 3

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI