Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 05 Ottobre 2022

Sarà Hevia il gaitero asturiano ad inaugurare Time Zones Estate a Molfetta il 1 agosto

Molfetta

Il festival barese delle musiche possibili torna a Molfetta dopo un po’ di anni fa in cui ci fu  una bellissima parentesi  con alcuni straordinari nomi  (Popol Vuh,John Cale, Suzanne Vega,Steve Hackett, Madredeus,John Paul Jones,Herminia ecc.).

Due giornate per una sorta di numero zero per immaginare  una sezione estiva stabile appunto come lo fu un po’ di anni fa.

Il 1 agosto  apertura affidata alla giovanissima chitarrista classica pugliese Miriam Lorusso con un progetto ispirato al grande musicista e poeta argentino Atahualpa Yupanqui e a seguire il concerto del trio di Hevia.  Famoso per aver inventato la cornamusa (gaita per gli asturiani) elettronica, inizierà da Molfetta il suo tour italiano dopo essere tornato alla ribalta con l’album “Al otro lado”, premiato con la candidatura ai Grammy Latini. Hevia è giunto al successo sulle note di Busindre reel dall'album “No Man's Land”, un brano assai noto anche al pubblico italiano perché associato alla pubblicità di un'autovettura molto popolare. A lui si deve il rinnovato interesse per la cornamusa e la musica folk in generale.

Il 2 agosto la serata è dedicata al rock, quello puro intriso di blues e che scorre nelle vene di chi lo suona. Si apre con Dirty Trainload: il progetto -nato nel 2007- del chitarrista barese Bob Cillo, un rocker militante che sembra nato sul delta del Missisippi e che ormai ha alle spalle un background di concerti sparsi per il mondo anche in città musicalmente importanti come  Chicago e Minneapolis.

Ad un  personaggio “storico" come Tav Falco il compimento di questa liturgia tutta rock-blues.

Musicista, attore, regista, performer, raffinato ballerino, artista totale e spregiudicato  con  una vita intera  al centro della scena. Film-maker a Memphis all’inizio degli anni 70 ha incrociato il blues, suo grande amore, che lo ha portato a girare il mondo con la sua band, non tralasciando il cinema come attore (Great Balls of Fire, Wayne County, Downtown 81 e Highway 61 ) e come appassionato ballerino di tango nel film francese “Dans le Rouge du Couchant “. E per non farsi mancare nulla Falco nel 2010 tra un concerto e l’altro ha partecipato come esperto alla stesura di "Mondo Menphis", un' enciclopedia dedicata al blues.

La rassegna è sostenuta interamente dal Comune di Molfetta e l’ingresso è libero.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI