Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 23 Febbraio 2024

Presentato il Premio Nazi…

Feb 21, 2024 Hits:207 Crotone

Prosegue la formazione BL…

Feb 20, 2024 Hits:191 Crotone

Si firmerà a Crotone il M…

Feb 14, 2024 Hits:410 Crotone

Le opere del maestro Affi…

Feb 07, 2024 Hits:543 Crotone

Il patrimonio della …

Gen 24, 2024 Hits:960 Crotone

Book Baby Boom: inizia un…

Gen 19, 2024 Hits:1051 Crotone

Alla Frassati inaugurata …

Nov 07, 2023 Hits:2392 Crotone

Book Baby Boom: una nuova…

Ott 25, 2023 Hits:2643 Crotone

Dall’educazione per l’uso dei social-network nuove prospettive di crescita per i giovani

In primis, noi diciamo che, oggi, un elemento importante, da non sottovalutare, è la tecnologia: l’idea della sua necessità e, in particolare, il desiderio dell’uomo dell’uso della tecnologia. Si pensi che Facebook, definito megafono globale, ha compiuto 12 anni e ha raggiunto1,6miliardi di utenti, diventando il gigante dei social network; stiamo parlando di un sito che ha accorciato le distanze, specie tra i giovani, in ogni campo, delle relazioni sociali. Questo network, ideato da Zucherberg, leader in tutto il mondo, ha volumi d’affari da record: tiene il passo solo Youtube e frena Twitter. A questo punto, va detto, anche, senza mezzi termini, che spesso si registrano accessi abusivi al sistema informatico: si va su Facebook con l’identità “rubata” ad un conosciuto, o ad uno, sconosciuto, ledendo il diritto di privacy. A nostro modesto avviso, una soluzione, nel nostro Paese, che combatte il cattivo uso dei social-network, creando, invece, nuove prospettive di crescita tra i giovani, si sta realizzando, ad iniziativa della Polizia di Stato, nel Salento, con un workshop nelle scuole. La formazione è rivolta, soprattutto ai ragazzi, affinchè, imparino a sfruttare le potenzialità comunicative del Web senza correre rischi connessi all’adescamento, al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e all’adozione di comportamenti scorretti, in quanto, inaffidabili. In conclusione, noi ci auguriamo che questa pregevole iniziativa educativa statale, sia diffusa in tutto il territorio nazionale.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI