Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 14 Dicembre 2017

Catania Calcio Femminile, Serie B quarta giornata: Catania-Chieti 2-2

Delusione e consapevolezza. Delusione per aver pareggiato una partita che, ad un certo punto, sembrava vinta; consapevolezza di aver giocato e dominato contro una squadra tra le più quotate della Serie B. Secondo pareggio consecutivo per Catania che, al San Gaetano di Belpasso, impatta 2 a 2 contro il Chieti, riuscendo a farsi rimontare dal 2 a 0 in superiorità numerica.  

LA PARTITA. Prima del fischio iniziale mister Peppe Scuto consegna a Desy Di Mauro una targa per celebrare le sue cento partite con la maglia rossazzurra. Un momento toccante e sentito. Poi spazio al campo.

Pronti via e prima occasione per Chieti con Pica, ma il suo tiro finisce a lato. Catania risponde dopo qualche minuto: conclusione pericolosa di Nkomo. Ma la grande occasione arriva all’undicesimo minuto: Williams si invola in solitaria verso la porta di Balbi, lascia sul posto due avversarie e cerca di superare in pallonetto il portiere, il pallone finisce fuori di un soffio. Si affrontano due ottime squadre e lo dimostra il grande equilibrio che si vede in campo nel primo tempo. Di occasioni se ne vedono poche, anche se intorno al ventesimo Mimma Fazio si supera le fermare il tocco a botta sicura di Vukcevic. Per sbloccare la partita serve il colpo del campione: ci pensa Sophie Williams che, alla mezz’ora, si inventa la rete del vantaggio. La numero 9 fa tutto sola, supera gli avversari e batte il portiere con un tocco pregevole. Catania in vantaggio, Catania che potrebbe chiudere i conti già nel primo tempo sempre con Williams: altro pallonetto spettacolare sull’uscita del portiere, questa volta è il palo a dire di no alle rossazzurre. Ci prova anche Dunja Stokan su calcio di punizione, Balbi respinge in angolo. Il primo tempo si chiude con Catania in vantaggio.

In avvio calcio di rigore per Catania per un fallo di mano sulla conclusione di Ndiongue: Sophie Williams insacca con un destro all’incrocio dei pali. 2 a 0 Catania e partita in cassaforte per le ragazze di Peppe Scuto. Qualche minuto dopo potrebbe arrivare anche la terza rete: Nkomo fa tutto bene, ma un difensore salva sulla linea. Catania si rilassa e Di Camillo, direttamente su calcio di punizione dalla tre quarti, batte Mimma Fazio. Succede di tutto: Vukcevic cerca di recuperare il pallone e si scontra con Fazio. Cartellino rosso per l’attaccante abruzzese e tensione alle stelle. Nonostante l’inferiorità numerica, Chieti attacca alla ricerca del pareggio: Desy Di Mauro stende in area un’avversaria e per l’arbitro è ancora una volta calcio di rigore. Di Camillo insacca spiazzando Fazio. 2 a 2 e tutto da rifare per Catania che sembrava capace di controllare la partita senza particolari problemi. Nel calcio, però, non c’è nulla di scontato. Dopo aver riordinato le idee, le rossazzurre si gettano in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio e di occasioni da rete, Catania, ne crea parecchie, ma Williams, forse un pizzico egoista, non ha la stessa lucidità del primo tempo. Nel finale ci prova anche Martella su punizione: pallone alto sopra la traversa. Incredibile l’occasione sprecata da Nkomo in pieno recupero, tutta sola davanti al portiere si fa respingere la conclusione che poteva valere 3 punti.

Finisce 2 a 2: per Catania il grande rammarico di essersi fatta rimontare da 2 a 0 a 2 a 2 in superiorità numerica.

LE DICHIARAZIONI. Desy Di Mauro: “Felicissima per lo splendido regalo che mi è stato fatto prima della gara. Io amo questa maglia e voglio giocare solo con questa squadra. Dispiace per la partita, ma comunque abbiamo giocato bene e abbiamo pareggiato contro una squadra molto forte. Personalmente mi dispiace per il fallo di rigore che ha compromesso il risultato”.

Marem Ndiongue: “Sembrerà strano perché abbiamo subito una rimonta, ma siamo soddisfatte per questo risultato perché abbiamo giocato alla pari, anzi abbiamo dominato, contro una tra le squadre più forti del campionato”.

Davide Santonocito: “Abbiamo dominato per quasi tutta la partita e, dunque, non si può che essere arrabbiati per come è finita questa partita. Dobbiamo vedere il bicchiere mezzo pieno e pensare che abbiamo pareggiato contro una squadra molto forte, giocando un gran calcio”.

TABELLINO

CATANIA: Fazio, Pietrini, Stokan ( 23’ st Martella ), Calanna, Leonardi, Keane, Cinnirella, Di Mauro, Williams, Ndiongue, Nkomo. A disp. Puglisi, Signorelli, Di Mauro, Pagano, Schilirò F., Schiliro V. All. Scuto

CHIETI: 1 Balbi, 2 Di Camillo, 4 Ferrazza, 6 Benedetti, 7 Vukcevic, 10 Di Camillo, 13 Gangemi, 14 Carmosino, 16 Perna, 26 Pica, 27 Coscia ( 30’ st La Mattina ). A disp. Falcocchia, Giuliani. All. Di Camillo

Marcatori: 27 pt Williams, 2 pt Williams, 12 st Di Camillo, 20 st Di Camillo

Espulsi: Vukcevic. Ammoniti: Carmosino, Williams, Perna,

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI