Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 24 Marzo 2023

Al teatro Donnafugata consegnati i premi Ibla Classica International 2014

foto

 

Una serata elegante, ricca di emozioni, con oltre due ore e mezza di musica e con l'intreccio dell'arte pittorica. Successo anche di pubblico con il sold out e con la presenza di turisti sia italiani (provenienti da Bologna) che stranieri (Parigi e Madrid). Insomma ingredienti perfetti per il nuovo appuntamento con Ibla Classica International che ieri sera al Teatro Donnafugata ha proposto una serata dedicata al bel canto ma soprattutto alle eccellenze iblee in carriera a cui è andato il premio Ibla Classica International 2014. La rassegna musicale organizzata dall'Agimus di Ragusa, presieduta da Marisa Dinatale con la direzione artistica di Giovanni Cultrera, ha dunque colto nel segno ancora una volta offrendo grande spettacolo e al tempo stesso innovazione, riuscendo a far dialogare più discipline artistiche. E proprio dall'arte pittorica si è partiti a metà pomeriggio con la mostra della pittrice siciliana Ausilia Miceli. Un'esposizione intensa con numerose opere di grande impatto emotivo come 'L'amante', 'Buio scarlatto', 'Impronte sonore'. La sua ricercata e raffinata arte ha dato il via all'interazione successiva con la musica. La mostra, dal titolo “Note di colore”, è stata infatti musicata dal concerto di Salvatore Lorefice al violino e Daniele Lorefice al violoncello, due giovani talenti che hanno così avviato poi la parte dedicata alla musica e al premio Ibla Classica International 2014, il riconoscimento che l'Agimus inserisce all’interno della stagione concertistica. Gli altri protagonisti di questa speciale serata sono stati poi due affermati artisti nella disciplina del canto, Matteo Ferretti, come basso, e Carmen Maggiore, soprano, che hanno cantato romanze di Francesco Paolo Tosti, come Rosa, 'A Vucchella, E' morto Pulcinella, testi di Verdi, Puccini, Gounod e Donizetti, accompagnati al pianoforte da Ruben Micieli. Ferretti e Maggiore sono dei veri fuoriclasse, hanno ricoperto numerosi ruoli importanti in teatro italiani ed esteri. Sempre Micieli si è poi esibito in coppia con il contrabbassista Francesco Musso, con musiche di Bottesini, Koussevitzky, Liszt - Mortari. Il giovane pianista Nicolò Cafaro si è invece esibito in brani di Chopin e Daniele Lorefice ha poi proposto musiche di Back. Numerosi i bis e la standing ovation finale per i premiati. La mostra “Note di colore” di Ausilia Miceli resterà aperta fino al 30 marzo 2014, il venerdì, sabato e domenica, dalle ore 17 alle ore 23. A fine concerto l’appuntamento consueto con il DopoTeatro Cocktail ha permesso di incontrare gli artisti con cui piacevolmente conversare. Sponsor dell’evento sono Bapr, Sento, Reale Mutua, Villaggio Baia del Sole, Pennisi pianoforti, Glo.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI