Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 10 Agosto 2020

Trebisacce attende i turisti desiderosi di "Otium"

DSCF0026

A Trebisacce è festa grande per la riconferma anche quest’anno della Bandiera Blu, per il mare blu e pulito e per le ottime attrezzature alberghiere e sportive. Trebisacce offre agli ospiti italiani e stranieri desiderosi di sole, mare, relax, insomma di trascorrere giorni di piacevole e sana vita. Non dimentichiamo che a tutto ciò si aggiunge la cultura e la storia di una antica terra che affonda le radici nell’Età del Bronzo e poi del Ferro. Ne è testimonianza la località di Broglio che dall’alto della collina osserva la febbrile attività dei nostri giorni d’estate con i suoi antichissimi reperti archeologici quali sono quelli di un villaggio abitato e operativo nel periodo protostorico.

Il sindaco, Franco Mundo, in collaborazione con la rivista “Spiagge” diretta da Carmen Mancarella, ne ha presentato le meraviglie, facendo toccare con mano la validità in Calabria delle opere compiute. Ottima l’accoglienza comprovata dal soggiorno in un oasi dal sapore e colore africano a ridosso di un rigoglioso giardino mediterraneo. “La nostra città ha sviluppato negli anni i servizi ed è a forte vocazione turistica - ha detto il sindaco Mundo - ha tutte le carte in regola per essere amata e apprezzata sempre di più. Per questo abbiamo deciso di ospitare i giornalisti esperti di turismo, per fare in modo che Trebisacce sia sempre più conosciuta e apprezzata. Il nostro compito è di aprire il territorio agli investimenti degli imprenditori che come noi vogliano scommettere sul futuro turistico della zona”.

L’Otium club, villaggio-hotel a quattro stelle (www.otiumclub.com), sito nell’area della Siberitide ai piedi del Parco Nazionale del Pollino, ci ha accolti per un soggiorno piacevole e rilassante, mostrandoci le sue ottime attrezzature sportive, con una ristorazione gustosa, variegata e punteggiata dalle leccornie calabresi. Nel corso della tre giorni trebisaccese è risultata particolarmente interessante la visita al centro storico dove una fervida attività di artigiani, specie ceramisti, si cimentano in lavori di buona fattura con note di particolare impronta del luogo, nelle passeggiate sul lungomare si è potuto godere della brezza del vento che increspava il mare azzurro intenso. Una specialità agricola locale è il Biondo Tardivo, un’arancia che matura fuori tempo e pertanto arriva fresca e allettante sulla tavola degli Italiani anche nei mesi estivi.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI