Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 19 Agosto 2017

Forte terremoto tra Grecia e Turchia

Un forte terremoto di magnitudo 6.7 ha colpito il Mar Egeo, tra Grecia e Turchia, con epicentro a 10 km a sud di Bodrum sulla costa turca e a 16 km dall’isola greca di Kos, entrambe mete particolarmente frequentate dai turisti, proprio a ridosso di uno dei weekend più caldi per quanto riguarda gli arrivi. Almeno due persone sono morte a Kos e i feriti sarebbero duecento. La scossa si è verificata alle 1:31 ora locale (mezzanotte e mezza in Italia) ed è stata avvertita dalla popolazione sia in Turchia che in Grecia, comprese le isole di Creta e Rodi

Cosi due turisti sono morti, e almeno 200 le persone sono rimaste ferite in Grecia, nel terremoto di magnitudo 6,7 che ha colpito l'isola greca di Kos, nel mar Egeo, ma anche la citta' turca di Bodrum (l'antica Alicarnasso), la costa turca meridionale e le vicine isole greche.. Dopo la scossa si è verificato anche un piccolo tsunami nell'area di Bodrum, dove le acque sono giunte fino a un centinaio di metri all'interno della costa, senza tuttavia provocare gravi danni. Continuano le scosse di assestamento.

Dei feriti nella località turistica greca, almeno tre sono considerati gravi, secondo fonti ufficiali citati dal Guardian. Non ci sarebbero italiani coinvolti. «Al momento non abbiamo ricevuto segnalazioni di connazionali feriti», ha detto all'Ansa il console italiano a Smirne, Luigi Iannuzzi. «A Smirne la scossa è stata avvertita come sul resto della costa, visto che ci troviamo a poche centinaia di chilometri da Bodrum», ha raccontato. «Invitiamo tutti i connazionali ad attenersi alle raccomandazioni delle autorità locali. I nostri recapiti d'emergenza sono attivi per chiunque ne avesse bisogno», ha aggiunto il console.

Sono almeno 160 le scosse di assestamento che hanno seguito finora quella principale: la più forte è stata di magnitudo 4.8. Tali scosse proseguiranno per una settimana, secondo l'Ingv. Il sisma è stato generato dal blocco turco-anatolico, "che si muove abbastanza rapidamente verso ovest, verso l'Egeo, sotto la spinta dell'Arabia. In tutto l'Egeo, con Creta e le altre isole, ci sono poi deformazioni con faglie attive, che riaccomodano questi movimenti", prosegue Alessandro Amato dell'Ingv. Meccanismi e zone diversi da quelli che hanno provocato nei mesi scorsi il terremoto di Amatrice. "In Italia gioca la microplacca adriatica, che si trova sotto l'Appennino e la zona balcanica, generando deformazioni e terremoti", conclude il sismologo.

Le due vittime del terremoto sono due turisti, un turco e uno svedese, uccisi dal crollo del tetto di un bar. I feriti sono 120 sull'isola di Kos - di cui tre gravi, riporta il Guardian - e 70 a Bodrum. La Farnesina e l'ambasciata d'Italia ad Atene sono al lavoro per escludere la presenza di connazionali tra le vittime o i feriti. 

L'epicentro del terremoto è stato localizzato a 10 chilometri a sud di Bodrum e a 16 chilometri a sud di Kos, ad una profondita' di 10 chilometri. Il terremoto è stato avvertito fino alle isole di Rodi e Creta.  La zona e' sismica e diverse scosse erano state sentite nelle passate settimane.

"A Smirne la scossa è stata avvertita come sul resto della costa, visto che ci troviamo a poche centinaia di chilometri da Bodrum", ha raccontato il console italiano a Smirne Iannuzzi. "Invitiamo tutti i connazionali ad attenersi alle raccomandazioni delle autorità locali. I nostri recapiti d'emergenza sono attivi per chiunque ne avesse bisogno", ha aggiunto.

I turisti ospiti degli hotel sono tornati velocemente nelle stanze per recuperare gli oggetti personali ma hanno deciso di trascorrere il resto della notte all'aperto, con lenzuola e cuscini presi dalle vicine sedie a sdraio per allestire letti improvvisati. 

Le autorità turche hanno inviato una nave da Bodrum alla vicina isola greca di Kos per evacuare circa 200 turisti turchi. Lo fa sapere il ministero degli Esteri di Ankara, spiegando di aver ricevuto una speciale autorizzazione da Atene per attraccare nel porto, che ha subito alcuni danni. Le autorità di Ankara hanno inoltre confermato che una delle due vittime accertate a Kos è di nazionalità turca, senza identificarla. Un altro turco rimasto ferito sarebbe in gravi condizioni ed è stato trasportato in ospedale ad Atene.

"È stato spaventoso, siamo tutti ancora scioccati". Elisabetta Campi Igmen è un'italiana in vacanza a Bodrum. Raggiunta dall'ANSA, ha raccontato come ha vissuto il sisma che la scorsa notte ha colpito il mar Egeo, tra l'isola greca di Kos e la zona costiera turca di Bodrum: "Ero appena andata a letto quando intorno all'una e dieci ho sentito una prima scossa abbastanza leggera. Non mi sono preoccupata troppo perché questa è una zona sismica e ci siamo abituati, io ci vengo ogni estate. 

Dopo 20 minuti, però, è arrivata la scossa più forte e mi sono svegliata. La casa sembrava una trottola, c'è stato un boato e poi un rumore pazzesco delle scale di legno. Pareva che stessero crollando. Ho preso il mio cane e sono scappata. Quando poi sono rientrata in casa per qualche minuto, per vestirmi, ho visto i pavimenti e le scale completamente bianchi, perché si è staccato tutto l'intonaco delle pareti e dei soffitti".

"Abbiamo trascorso la notte fuori, sul prato, come tutti i vicini. Ci sono state scosse continue, ogni 10-20 minuti, le case traballavano. Siamo andati anche in una spiaggia vicina ma poi ci siamo allontanati per timore di un'onda anomala". In queste ore, aggiunge, proseguono le scosse di assestamento: "Ora la gente è tornata in casa ma è ancora spaventata. Restano tutti al piano terra, pronti a scappare".

"Sono a Kos dove c'è stato il terremoto, stavo dormendo e mi ha svegliata, ha cominciato a tremare tutto e poi continuavano a esserci scosse". Così, 'Clace 112', una turista italiana in vacanza sull'isola greca colpita dal sisma di magnitudo 6.7 ha raccontato su Twitter i momenti di paura vissuti questa notte. "Nottataccia qua a Kos dopo il #terremoto avvenuto nelle acque turche. Si susseguono tante scosse di media intensità", racconta Angelo Di Maria, un altro italiano in vacanza.

 

 

 

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI