Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 01 Luglio 2022

Vacanze in Sardegna, cosa vedere oltre al mare

Da sempre la Sardegna è rinomata per le sue coste e il mare cristallino. Ogni anno rientra tra le mete turistiche più ambite proprio per la bellezza delle sue spiagge, i paesaggi da cartolina e la vita notturna vivace e glamour.

Esiste, però, un'altra faccia della Sardegna, quella lontana dai lustrini delle notti brave e più vicina alla vera anima di questa regione, dove le limpide acque bagnano una terra ricca di tradizioni e cultura popolare.

Antichi mestieri, artigianato, prodotti enogastronomici di fama internazionale, morbide colline e verde lussureggiante caratterizzano un entroterra tutto da scoprire.

Per chi non ama quindi le vacanze esclusivamente al mare e desidera immergersi in una natura incontaminata, tra percorsi trekking, reperti archeologici e prelibatezze da gustare, non ha che l’imbarazzo della scelta.

D’altra parte, raggiungere l’isola è molto facile, con uno dei tanti traghetti che partono da diverse province italiane, come Palermo, Napoli, Civitavecchia, Genova.

Se desideri un viaggio in una meta completa e stimolante allora scegli la nave per la Sardegna e parti in vacanza.

Noi penseremo a indicarti le più belle attrazioni da visitare, oltre al suo splendido mare.

Il Santuario Nuragico di Santa Cristina

La Sardegna è ricca di nuraghi, antiche costruzioni in pietra, e sono distribuiti un po’ su tutto il territorio.

Quello che spicca maggiormente è il Santuario Nuragico di Santa Cristina, collocato nei pressi del comune di Paulilatino.

Al suo interno è custodito un pozzo che risale addirittura al 1000 a.C. sotto il quale scorre una sorgente di acqua perenne.

Tour delle cantine

Anche se la Sardegna è famosa principalmente per la produzione di pecorino, c’è un altro prodotto di punta che rende questa regione famosa sulle tavole di tutte il mondo: il vino.

In queste terre, infatti, si producono due varietà molto note agli appassionati degustatori, il Vermentino di Gallura e il Cannonau di Ogliastra.

Sul territorio, quindi, sono presenti diverse cantine da visitare, per scoprire i segreti di questo buon vino e degustarne qualche sorso, magari accompagnato anche da altri prodotti tipici della zona.

Bosa

Gli amanti dei borghi caratteristici e pittoreschi, invece, non possono rinunciare ad una tappa a Bosa, piccolo paesino a pochi passi da Alghero.

Questo sorge sulle sponde dell’unico fiume navigabile della Sardegna, il Tirso.

Passeggiando tra i suoi vicoli, non potrete fare a meno di notare le piccole casette del centro storico, dalle facciate color pastello e tutte apparentemente ammassate l’una sull’altra, quasi a comporre un enorme dipinto, con i loro colori.

Pula

Pula è un altro borgo piuttosto suggestivo da visitare, nella parte meridionale della regione.

Questo, infatti, si affaccia sul mare e su alcune delle spiagge più belle della Sardegna. Il motivo per cui merita una visita, però, è per i resti di un’antica necropoli che ha visto il susseguirsi di molte civiltà, proprio fuori dal paesino.

Questo sito archeologico, un tempo, custodì anche un antico anfiteatro, centro della vita politica ed economica del paese. Ora questo non esiste più, ma il luogo è comunque visitabile.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI