Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 05 Luglio 2020

Un milione e mezzo di ascoltatori su Radio Maria per la Santa Messa dei malati

Almeno un milione e mezzo di radioascoltatori si sono sintonizzati, ieri pomeriggio, a livello nazionale, sulle frequenze di Radio Maria per ascoltare la santa messa straordinaria celebrata all’Ecce Homo di Ragusa. Una iniziativa promossa dall’Ufficio diocesano per la pastorale della salute, diretto da don Giorgio Occhipinti, grazie alla disponibilità del parroco, don Giovanni Bruno Battaglia, e al supporto fornito da Massimiliano Casto, responsabile della Sicilia orientale di Radio Maria oltre a essere collaboratore del quotidiano Avvenire della Cei. La santa messa di ieri pomeriggio ha avuto una caratterizzazione specifica, è stata rivolta ai malati che, poi, nel corso della celebrazione sono stati benedetti. Alla funzione religiosa, quindi, hanno partecipato i malati assieme ai componenti della consulta dell’ufficio per la Pastorale della salute, della cappellania ospedaliera, i medici e gli operatori sanitari, le associazioni di volontariato, i laici operanti nella Pastorale della salute. “E’ stata una esperienza fantastica – dice Casto – ho chiesto io a don Occhipinti di promuovere un appuntamento che mettesse in primo piano gli ammalati. E sapendo che questa è la sua particolare vocazione, avendone conosciuto e apprezzato il modus operandi, ho ritenuto opportuno che la messa potesse essere ascoltata in tutta Italia. E i dati di ascolto ci hanno dato conforto in questa direzione”. Tra l’altro, Casto, a Radio Maria, conduce anche due programmi: uno dal titolo “Fisco e famiglia” (Casto, infatti, è commercialista) e l’altro chiamato “Attualità ecclesiali”. Grazie ai tecnici di Radio Maria, l’appuntamento ragusano è stato vissuto con la dovuta intensità dai fedeli all’ascolto. “Una esperienza nuova ma entusiasmante – commenta don Occhipinti – poter raggiungere un numero così alto di persone contemporaneamente è davvero eccezionale. La santa messa è stata speciale proprio perché caratterizzata dalla benedizione dei malati. Ringrazio Casto per avermi dato questa opportunità legata all’evangelizzazione attraverso le frequenze radiofoniche. Spero possano esserci, nel tempo, altri appuntamenti del genere che ci consentano di raggiungere un numero così elevato di persone in poco tempo”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI