Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 25 Febbraio 2024

Presentato il Premio Nazi…

Feb 21, 2024 Hits:248 Crotone

Prosegue la formazione BL…

Feb 20, 2024 Hits:224 Crotone

Si firmerà a Crotone il M…

Feb 14, 2024 Hits:445 Crotone

Le opere del maestro Affi…

Feb 07, 2024 Hits:575 Crotone

Il patrimonio della …

Gen 24, 2024 Hits:982 Crotone

Book Baby Boom: inizia un…

Gen 19, 2024 Hits:1072 Crotone

Alla Frassati inaugurata …

Nov 07, 2023 Hits:2412 Crotone

Book Baby Boom: una nuova…

Ott 25, 2023 Hits:2666 Crotone

La placchetta del Pellegrino Testimonium

016

Mercoledì 20 gennaio 2016 alle ore 12.00 presso la Sala dell’Antico Oratorio della Chiesa dei Santi Bartolomeo e Alessandro dei Bergamaschi – Arciconfraternita dei Bergamaschi – Via di Pietra 70 Roma, si terrà la presentazione della replica ufficiale della “Placchetta del Pellegrino-Testimonium”, anticamente coniata in stagno e piombo, eccezionale documento storico che viene svelato, in occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia, dopo mille anni, dagli archivi Vaticani della Biblioteca Apostolica Vaticana.

La giornalista e conduttrice Rai Lorena Bianchetti, alla presenza di S.E.R. Cardinale Raffaele Farina, presidente della Pontificia Commissione referente sull’Istituto per le Opere di Religione e di S.E. Mons. Jean_louis Bruguès, OP Archivista Bibliotecario di Santa Romana Chiesa, coordinerà l’evento di presentazione della realizzazione della replica fedele di questo “documento metallico”raffigurante al diritto le figure in rilievo dei Santi Pietro e Paolo, individuabili dalla legenda S. PETRVS S. PAVULUS. Sul rovescio della replica – realizzata dalla ditta Picchiani & Barlacchi di Firenze – è invece stato inciso il logo della Biblioteca Apostolica Vaticana, a garanzia dell’autenticità e dell’ufficialità della riproduzione.

L’originale del “Testimonium”, uno dei rarissimi conosciuti, una placchetta o quadrangola di dimensioni 36,60 x 30,20 mm, è un antico simbolo di devozione fra il distintivo e la medaglia, di cui si era persa memoria e che ha accompagnato e protetto il ritorno in patria di migliaia e migliaia di fedeli, dopo i loro viaggi di devozione alla volta di Roma.

Persino tra gli esperti e specialisti del settore, si era dimenticata la sua esistenza; il documento è da tempo custodito presso l’archivio del medagliere della Biblioteca Apostolica Vaticana.

Un piccolo, ma prezioso tesoro di arte metallica, che racconta di tempi lontani. La sua storia è antica ed affascinante, dato che i testimonium si diffusero a Roma già nel XII secolo per identificare e gratificare i pellegrini durante il loro viaggio, così come avveniva con le conchiglie di Compostela per il cammino di Santiago.

A realizzarli furono per lungo tempo le officine specializzate dei “medajari” romani, fabbricanti di medagliette devozionali. Questi icastici simboli del lungo e laborioso viaggio dei “romei” verso il centro della Cristianità, venivano distribuiti dai canonici della Basilica Vaticana ai pellegrini, che li fissavano al mantello, alla borsa o al petaso, (il copricapo a falde larghe da annodare sotto il mento) e li custodivano quale testimonianza del proprio pellegrinaggio a Roma.

La replica rappresenta un eccezionale prodotto ufficiale realizzato per il Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco e diventa di nuovo simbolo della tradizione spirituale cristiana e prezioso ricordo, che in occasione dell’Anno Santo è tornato felicemente alla ribalta.

015

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI