Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 27 Luglio 2017

Scuola: un “Laboratorio della Cultura” per sostenere gli studenti in difficoltà

Offrire sostegno didattico agli alunni in difficoltà per favorire il successo formativo e prevenire la dispersione scolastica. Sono questi gli obiettivi e le finalità del  progetto “Laboratorio della Cultura” promosso dall'assessorato alla scuola, retto da Valentina Scialfa, su iniziativa della presidente della XII commissione consiliare del Comune, Elena Ragusa.  Il progetto "interistituzionale" è stato condiviso, con la sottoscrizione di un documento neila sede della Pubblica Istruzione di via Leucatia, dai dirigenti di dodici scuole cittadine: Paola Iaquinta (Battisti),  Graziella Orto  (Campanella Sturzo), Salvatore Di Stefano (Coppola/De Sanctis/Caronda), Maria Concetta Lazzaro  (Giuffrida), Salvatore Impellizzeri (Italo Calvino), Antonia Maria Grassi (Deledda), Elvira Corrao (Maiorana), Agata Pappalardo (Malerba), Angelo D'Agosta  (Montessori/Mascagni),  Cristina Cascio (Musco), Maria Perni (Di Guardo/Quasimodo), Emanuele Rapisarda (Pestalozzi).

L'iniziativa, inserita nel più ampio piano di contrasto alla dispersione scolastica voluto dall'Amministrazione comunale, è aperta agli alunni di tutte le scuole primarie, a partire dalla seconda classe, e  secondarie di primo grado statali e paritarie della città di Catania.

Le attività di sostegno messe in cantiere saranno affidate tramite manifestazione di interesse, che sarà divulgata a breve, ad insegnanti in quiescenza che collaboreranno a titolo gratuito all'interno delle scuole, in orario curriculare ed extracurriculare, con i docenti titolari di cattedra per centrare gli interventi sulle specifiche lacune degli studenti riguardo a materie come l'italiano e la matematica, ed attuare la programmazione didattica di recupero e di affinamento del metodo di studio, anche sperimentando  strategie innovative.

Il progetto, coordinato dalla  direzione Pubblica Istruzione e dall'ufficio Scuola dell'obbligo e attività parascolastiche, avrà in via sperimentale la durata di due anni scolastici, e sarà seguito e monitorato da un tavolo di lavoro composto da rappresentanti della XII commissione consiliare del comune di Catania, della direzione Pubblica Istruzione, e delle istituzioni scolastiche coinvolte.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI