Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 25 Maggio 2019

Fondazione D'Ettoris: in …

Mag 23, 2019 Hits:128 Crotone

il nuovo romanzo di Mario…

Mag 23, 2019 Hits:139 Crotone

Alleanza Cattolica: …

Mag 23, 2019 Hits:130 Crotone

Le "Madonne nere…

Mag 21, 2019 Hits:206 Crotone

Il Cardinale Menichelli b…

Mag 14, 2019 Hits:501 Crotone

La Pallamano Crotone chiu…

Mag 14, 2019 Hits:509 Crotone

Cerrelli a Catanzaro con …

Mag 11, 2019 Hits:683 Crotone

I ragazzi della Frassati …

Mag 09, 2019 Hits:640 Crotone

L’Atelier KOINE’ presenta le attività di progetto al territorio di Crotone

Si è tenuto ieri mattina l’evento di presentazione alla città di Crotone delle attività che coinvolgeranno adolescenti, scuole, famiglie e l’intera comunità educante, previste dal progetto multi regionale “L’Atelier KOINE’”.

Si tratta di un percorso lungo 48 mesi - selezionato da impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del Fondo a contrasto della povertà educativa minorile – che ha come ente capofila la “La Lanterna di Diogene” Cooperativa Sociale Onlus di Mentana (RM) e che coinvolge anche i territori Terrasini (PA) e Trapani in Sicilia; Mentana, Fonte Nuova, Monterotondo e Palombara Sabina nel Lazio.

Nell’Aula Magna dell’IC “Vittorio Alfieri” sono state illustrate le iniziative, i laboratori ed i servizi che avranno luogo dentro e fuori gli istituti scolastici che hanno aderito al partenariato de “L’Atelier Koinè”: dagli HUB pensati per adolescenti (laboratori mirati a valorizzare capacità personali e di gruppo, educare alla cittadinanza attiva, approfondire temi che variano dall’ambiente alla legalità passando per la creatività e l’arte) agli ATELIER ideati per genitori ed insegnanti che prevedono servizi ed attività di formazione, supporto e confronto, sportelli di ascolto e momenti di confronto; fino agli EVENTI aperti al territorio con focus privilegiato gli adolescenti e il contrasto alla povertà educativa.

Ad aprire la mattinata sono stati i saluti istituzionali dell’assessore comunale alla Pubblica Istruzione di Crotone, Franco Pesce, che ha dichiarato: “L’Atelier KOINE’ è un validissimo progetto poiché gli obiettivi che lo caratterizzano sono da ritenersi altamente significativi, educativi e formativi. Dall’insieme delle varie tematiche scaturisce una profonda riflessione sul nostro modo di vivere per poi agire in relazione al miglioramento della Comunità Educante. Quando si opera nel mondo della scuola si mette in atto il vero processo culturale che è alla base della nostra esistenza per poi dimostrare a se stessi e ad altri che insieme si può e si deve nell’ottica dell’Essere”.

Sono stati, poi, i dirigenti scolastici delle scuole calabresi partner di progetto a rimarcare l’entusiasmo di essere considerati parte attiva all’interno di  “questa grande famiglia” e di poter contare su attività educative importanti per i ragazzi oltre che formazione per i docenti.

 Hanno preso la parola, nello specifico: Girolamo Arcuri , dirigente IC Giovanni XXIII; Maria Fontana Ardito, dirigente scolastico del Liceo Classico Pitagora, e Franco Rizzuti, preside dell’IC Vittorio Alfieri che ha ospitato l’evento.

Ancora una volta la scuola, quella vera, quella viva, viene coinvolta in un’attività di grande respiro con l’unico obiettivo di fondo  di rendere più semplice l’attività di socializzazione di tutte le sue componenti: alunni, genitori, docenti – ha spiegato il dirigente Rizzuti -E questo avviene in una scuola da sempre partecipe  della grande crisi sociale che attanaglia la parte più debole del nostro territorio cittadino. In particolare, il centro storico e alcune delle zone più difficili della periferia cittadina, utenze della nostra scuola, avranno un’opportunità di crescita e di coinvolgimento che può essere l’avvio di un processo che punta a  portare al superamento della povertà educativa, problematica tipica di larga parte della nostra città. Ecco quindi che questa grande opportunità deve essere colta con grande entusiasmo dalla nostra scuola e dall’intera città”.

A scendere, infine, nel dettaglio delle attività di progetto è stato Fabio Riganello della Cooperativa Agorà Kroton Onuls (partner calabrese del terzo settore insieme all’associazione “A. Maslow”):

"Il progetto Koinè è, nella sua idea, rivoluzionario in quanto, finalmente non individua categorie cosiddette "a rischio" ma individua e stimola quelle che sono le potenzialità del territorio, momenti in cui si possono generare delle connessioni generative che possono, non solo migliorare la qualità della vita  dei nostri ragazzi ma anche propagarsi liberamente come un virus benefico”, ha spiegato Riganello che ha poi spostato l’accento su tre degli HUB previsti dal progetto “L’Atelier Koinè”, ovvero : “Orto contorto” (laboratorio per adolescenti che prevede lo sviluppo di un alfabeto ecologico attraverso attività che comportino la creazione ed il mantenimento/miglioramento del verde che ci circonda) ; “Tu hai le capacità usale” (in cui si sperimentano la creatività e la manualità attraverso varie tecniche espressive) e “Attivamente” (Hub che ha come scopo la diffusione della cultura della legalità e della difesa dei diritti del cittadino).

La spiegazione degli HUB è stata preceduta da un  breve video con i contributi di scrittori/ giornalisti e personalità che si sono distinte nei temi legalità e ambiente (Marco Omizzolo, Giuseppe Manzo, Leonardo Palmisano e Andreana Illeano)e  che hanno voluto mandare un messaggio ai presenti e, soprattutto, ai ragazzi coinvolti dal progetto “L’Atelier Koinè”.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI