Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 25 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:906 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1504 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1027 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1725 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2483 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1991 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1982 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1932 Crotone

Alla cerimonia di premiazione del “premio nazionale di poesia Himera” vincono la cultura e l’arte

DSC_0180

Lo scorso 27 settembre 2015 presso la sede dell’Aula Consiliare del Comune di Termini Imerese (Palermo) si è svolta la cerimonia di premiazione della terza edizione del “Premio Nazionale di Poesia Himera” che, anche quest’anno, ha dedicato una sezione speciale al sito archeologico di Himera, antica colonia greca fondata nel 648 a.C.

L’evento culturale è stato organizzato e promosso dall’Associazione “Termini d’Arte”, sotto il patrocinio del Comune di Termini Imerese e del “Parco Archeologico di Himera” e questa edizione, come le precedenti, ha ottenuto grandi consensi grazie al costante impegno e alle energie profuse dal Presidente Rita Elia e dai soci.

Interessante il discorso introduttivo della poetessa e scrittrice Rita Elia, che verteva in primis sul ruolo apicale della poesia nelle arti letterarie e sull’importanza del coinvolgimento dei ragazzi in età scolare all’interno di iniziative di carattere socio-culturale.

Un particolare richiamo alla sezione speciale C del “Premio di Poesia Himera 2015”, dedicata anche quest’anno al sito archeologico. Auspicabili l’estensione della partecipazione al premio letterario ai più giovani ed anche la proposta di effettuare la premiazione del prossimo anno all’interno del Parco di Himera, la cui suggestiva cornice potrebbe incisivamente indirizzare le scolaresche verso la cultura e sollecitarne il rispetto per la memoria nei riguardi delle proprie origini. Questa intenzione è già stata espressa ad alcuni dirigenti scolastici, fra i quali la Preside dell’Istituto “Tisia d’Imera”, prof.ssa Lia Pinello, assolutamente in linea con il progetto.

Il prof. Tommaso Romano, uomo di pregiata caratura, poeta e saggista, docente liceale, Presidente onorario di “Termini d’Arte”e Presidente della Commissione Giuria per la poesia, ha indirizzato un aulico ed universale messaggio di invito alla cultura, tanto forte da contrastare efficacemente la digressione delle discipline afferenti l’arte e la cultura, in atto in questi ultimi anni nel nostro Paese e non solo.

Dall’alto della sua competenza, ha sottolineato il contenuto icastico della poesia in lingua siciliana, in virtuoso e costruttivo contrasto con la lingua italiana. Anche quest’anno numerose le opere in concorso e molte di esse rimandano alla prestigiose radici culturali della sua amatissima Terra, che nel Medioevo veniva raffigurata a forma di cuore, in una felice, quanto simbolica allegoria.

Inoltre, egli ha posto l’accento sulle oggettive difficoltà alle quali si va incontro in questo difficile momento storico nell’organizzare, in nome della cultura, un premio letterario o iniziative del genere.

Fra le autorità, oltre al prof. Tommaso Romano, erano presenti l’Assessore alla Cultura, dott.ssa Donatella Battaglia, la Direttrice del Parco archeologico di Himera, dott.ssa Agata Villa, il vice-sindaco di Trabia dott.ssa Marianna Piazza.

DSC_0075

L’evento, presentato dalla talentuosa e solare attrice Miriam Fricano, è stata allietata dalle note del Maestro Roberto Peroverde, che ha accompagnato la brava soprano Chiara Fiorani in piacevoli intermezzi musicali, fra i quali la celebre aria della regina della Notte del “Flauto Magico” di W. A. Mozart.

Le letture delle opere premiate, sia in lingua italiana che in lingua siciliana, sono state effettuate da Sonia Nociforo e Maria Cancilla.

I premi sono stati consegnati dalla giovane Sasha Portale, elegante e puntuale nel ricoprire il suo ruolo.

Le riprese video sono state curate dell’operatore di “Teletermini” Salvatore Albamonte, mentre gli ampi servizi fotografici sono stati realizzati da Angelo Casà e Calogero Giarrizzo.

Nel corso della Cerimonia di Premiazione, è stato conferito il “Premio alla Cultura Città di Himera” a S.E. il Prefetto Gianfranco Romagnoli, scrittore con numerose pubblicazioni, marchigiano di origine, ma da anni residente a Palermo e due “Targhe all’Eccellenza” alle scrittrici e poetesse Adalpina Fabra Bignardelli e Daniela Cecchini.

I trofei delle premiazioni sono stati realizzati da artisti siciliani, fra i quali scultori di prestigio come il palermitano Pippo Madè, dal lungo percorso artistico segnato dalla sua amicizia con Renato Guttuso, al quale ha reso omaggio attraverso la mostra “Una finestra sul golfo - Omaggio a Guttuso”. Ha realizzato opere di prestigio a livello internazionale; non era presente all’evento poiché in prossima partenza per Vienna.

Vincenzo Gennaro, scultore nato a Petralia Soprana di ben nota esperienza, anche come ceramista. Ha insegnato presso l’Istituto d’Arte di Bagheria e le sue opere sono esposte in varie parti del mondo. Domenico Zora, artista cosmopolita, ha insegnato presso l’Accademia delle Belle Arti e attualmente è impegnato presso l’EXPO di Milano. Le sue opere sono presenti in numerose collezioni private e pubbliche non solo in Italia, ma anche in luoghi di pubblico interesse negli Stati Uniti e in Giappone.

Inoltre, hanno dato il loro apporto artistico Angela Argentino, insegnante siciliana di origine, che vive a Lefkada (Grecia) con la famiglia; donna veramente appassionata all’arte, ritiene l’insegnamento come un qualcosa di etico e magico e da anni si dedica alla pittura ad acquerello ed alla poesia.

Michele Russo, artista vivace ed interessante dalle notevoli capacità di espressione creativa, presente con le sue opere in numerosi spazi espositivi.

Carlo Puleo, eclettico fotografo e pittore di Bagheria, che ha iniziato ad esporre le proprie opere dalla metà degli anni ’60 ed è stato un assiduo frequentatore del “Circolo di Cultura” di Bagheria, dove ha conosciuto lo scrittore Leonardo Sciascia ed il poeta Ignazio Buttitta ed ha incontrato numerosi artisti futuristi. La sua presenza in sala nel corso della Cerimonia di Premiazione è stata notata con stima e simpatia dalle persone intervenute all’evento culturale.

Insomma, anche quest’anno, rispettando un registro artistico che viaggia con sobrietà e profondità sulle ali delle emozioni, al “Premio Letterario di Poesia Himera” hanno vinto in modo incontrovertibile l’arte e la cultura… Albo signanda lapillo!

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI