Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 24 Novembre 2020

Grandissimo concerto dell’orchestra sinfonica “i maestri” di Londra

melodica 2

 

Applausi a scena aperta e l’immancabile richiesta di bis per il concerto di sabato 25 maggio sera “Suoni da Londra” all’interno della stagione concertistica internazionale “Melodica” giunta alla sua 18esima edizione. Come di consueto nel gremito auditorium della Camera di Commercio, la rassegna ha proposto un’esibizione di grande prestigio grazie alla presenza dell’orchestra “I Maestri” di Londra, diretti da Gabriel Drossart. Ma il concerto ha visto anche due importanti presenze. Si sono infatti esibiti, in qualità di solisti, anche il violinista George Hlawiczka e la pianista Laura Nocchiero, tra l’altro direttrice artistica della stagione “Melodica”, che ha così voluto omaggiare il pubblico con la sua interpretazione. Presentata dalla giornalista Rossella Schembri e con l’impeccabile guida all’ascolto curata dal maestro Dario Adamo, la serata ha visto la particolarissima esibizione dell’orchestra “I Maestri” nella “Serenata in mi minore opera 20” di Edward Elgar, una suggestiva opera che ha permesso di evidenziare la bravura tecnica di ciascuno dei componenti della formazione d’archi e la capacità di reciproco dialogo musicale. La seconda fase del concerto ha visto un omaggio ad Astor Piazzolla con “Las 4 Estaciones Portenas”, ovvero una composizione decisamente particolare che ha visto Piazzolla ispirarsi alle quattro stagioni di Vivaldi, dimostrando di essere un grande compositore anche in questo ambito e dunque non solo nel tango. E a dialogare con l’orchestra c’era il violinista George Hlawiczka. L’esecuzione del bravissimo solista ha colpito i presenti per la sua bravura e per l’eccezionale musicalità che è venuta fuori nella lettura delle varie partiture. Hlawiczka è, in verità, il direttore stabile dell’orchestra sinfonica “I Maestri” ma in questa occasione è stato dato spazio, nella direzione della formazione, al maestro Gabriel Drossart. Lui è parigino ma ormai da tempo si è avvicinato all’orchestra sinfonica londinese che sviluppa un percorso musicale che permette ai giovani direttori d’orchestra di potersi cimentare sul campo nelle loro performance. L’ultima parte del concerto, prima del richiestissimo bis, ha visto l’intervento al pianoforte di Laura Nocchiero che, sempre accompagnata dall’orchestra, ha eseguito il “Concerto in re minore Bwv 1052 per clavicembalo e orchestra” di Johann Sebastian Bach. Un vero e proprio regalo che la pianista ha voluto fare al pubblico di Melodica, dimostrando, come ormai di consueto, tutta la sua bravura nell’esecuzione dei vari movimenti previsti dal concerto, allegro-adagio-allegro. La Nocchiero ha dato prova di grande capacità, le stesse che l’hanno portata a suonare in vari concerti in giro per il mondo. Quello di ieri sera era il penultimo appuntamento di Melodica. La stagione concertistica si chiuderà infatti il prossimo 8 giugno, sempre alla Camera di Commercio, con il concerto al pianoforte di Josè Luis Juri che dall’Argentina proporrà una serie di brani “Dall’Europa al Sudamerica”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI