Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 03 Marzo 2024

L'I.C. Papanice investe i…

Mar 01, 2024 Hits:184 Crotone

Presentato il Premio Nazi…

Feb 21, 2024 Hits:452 Crotone

Prosegue la formazione BL…

Feb 20, 2024 Hits:422 Crotone

Si firmerà a Crotone il M…

Feb 14, 2024 Hits:641 Crotone

Le opere del maestro Affi…

Feb 07, 2024 Hits:731 Crotone

Il patrimonio della …

Gen 24, 2024 Hits:1112 Crotone

Book Baby Boom: inizia un…

Gen 19, 2024 Hits:1202 Crotone

Alla Frassati inaugurata …

Nov 07, 2023 Hits:2531 Crotone

Berlusconi, intervento a cuore aperto. Zangrillo: "È andato tutto bene"

 

"L'operazione è andata bene come sapete. L'ho potuto vedere, respirava regolarmente, eravamo sereni prima, e siamo ancora più sereni adesso. I chirurghi hanno fatto il loro dovere nel modo più professionale possibile, adesso sta a mio fratello completare l'opera". Lo ha detto Paolo Berlusconi, fratello dell'ex premier Silvio, uscendo dall'ospedale San Raffaele dove il presidente del Milan e' stato operato questa mattina.

"In sala operatoria - fanno sapere fonti dell'ospedale - non ci sono state complicazioni". Subito dopo l'ex premier è stato trasferito in terapia intensiva. "È andato bene, come previsto - si è limitato a dire il professor Alberto Zangrilo - non possiamo dire altro".

L'operazione a cuore aperto eseguita dal professor Ottavio Alfieri, primario dell'Unità operativa di Cardiochirurgia dell'Irccs di via Olgettina, con la sua équipe, insieme al professor Alberto Zangrillo, primario dell'Uo di Anestesia e Rianimazione generale e di Anestesia e Rianimazione cardio-toraco-vascolare, medico personale dell'ex premier è durata quattro ore e mezza. Poco prima che iniziasse, da una finestra del sesto piano del padiglione del San Raffaele, dove è ricoverato Berlusconi, si è affacciata brevemente Francesca Pascale. A quanto si è potuto vedere grazie agli obiettivi dei fotografi, la compagna dell'ex premier era commossa, come se si stesse asciugando delle lacrime. "Sono naturalmente preoccupato - ha scritto ieri il leader di Forza Italia - ma sono stato molto confortato dalle tantissime dimostrazioni di stima, di sostegno e di affetto che mi sono pervenute da ogni parte, anche dai cosiddetti avversari politici. Che bella un'Italia così, in cui tutti si vogliono bene".

Poco prima delle 8 di questa mattina Berlusconi è stato portato nella sala operatoria del San Raffaele per la sostituzione della valvola aortica. L'intervento si era reso necessario per risolvere quella grave insufficienza, che gli ha fatto rischiare la vita, come ha spiegato lo stesso Zangrillo. Il 58enne medico di fiducia del Cavaliere ha coadiuvato l'equipe, ma a eseguire l'intervento è stato il professor Alfieri, 69enne primario di cardiochirurgia la cui esperienza e il cui curriculum sono riconosciuti in tutto il mondo. A seguito dell'intervento, come prevede la procedura per questo tipo di operazione, Berlusconi è stato trasferito nel reparto di terapia intensiva dove starà un paio di giorni per monitorare costantemente gli esiti dell'intervento. Quindi sarà trasferito in reparto, dove dovrebbe passare circa una settimana di degenza. A seguire dovrà sottoporsi per un mese alla riabilitazione tipica dei pazienti che hanno subìto un intervento al cuore. Quest'ultima dovrebbe avvenire a casa.

L'operazione, di sostituzione della valvola aortica, è durata circa 4 ore e mezza. A operarlo il cardiochirurgo Ottavio Alfieri, all'Ospedale San Raffaele di Milano, dove Berlusconi è ricoverato dal 7 Giugno. Secondo fonti ospedaliere, in sala operatoria non ci sarebbe stata alcuna complicazione, e tutto si sarebbe svolto senza "nessun problema".

Gianni Letta che era impegnato in una conferenza stampa, poco prima che fosse diffusa la notizia della fine dell'intervento, si è assentato un attimo per telefonare. "Scusate - ha dettompoco dopo - ma ero in ansia. Tutto bene, ora sono più tranquillo". Una frase intesa da tutta la platea come un sollievo per la riuscita dell'operazione al cuore a Silvio Berlusconi. Al termine della conferenza stampa, Letta ha confermato ai giornalisti che la telefonata proveniva dall'ospedale San Raffaele di Milano.

In mattinata da una finestra del sesto piano del padiglione del San Raffaele, dove il Cavaliere è ricoverato, si è affacciata brevemente la compagna dell'ex premier, Francesca Pascale. A quanto si è potuto vedere grazie agli obiettivi dei fotografi, la Pascale era commossa, come se si stesse asciugando delle lacrime.

Paolo Berlusconi era arrivato all'ospedale San Raffaele in matrinata. "Nessuna dichiarazione", ha risposto ai giornalisti, affrontati comunque con un sorriso. All'interno dell'ospedale ci sarebbero già i figli dell'ex premier, anche se non sono transitati dall'ingresso principale, oltre a Francesca Pascale e Maria Rosaria Rossi.

Subito dopo l'arrivo di Paolo Berlusconi, alla piccola folla di giornalisti che si è via via formata in queste ore davanti al padiglione D, si è aggiunto anche un tifoso del Milan che si è presentato con tre cartelloni di sostegno a Berlusconi. In uno gli dice 'Presidente, grazie di esistere', in un altro gli chiede di non vendere la squadra. Il fan dell'ex premier ha stretto la mano all'altro simpatizzante che ha trascorso la notte davanti al San Raffaele con una bandiera di Forza Italia, il tutto davanti a fotografi e cameramen.

"Il cavaliere è forte e supererà anche questa": ha detto Fedele Confalonieri presidente di Mediaset.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI