Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 19 Agosto 2022

Enzo Foglia, la seconda g…

Lug 28, 2022 Hits:487 Crotone

Al Taormina Film Fest tri…

Lug 20, 2022 Hits:487 Crotone

La nuova raggiera in oro …

Giu 30, 2022 Hits:664 Crotone

Imparare a realizzare un …

Giu 22, 2022 Hits:685 Crotone

Sacro Cuore: una devozion…

Giu 20, 2022 Hits:717 Crotone

La Fondazione D’Ettoris t…

Giu 14, 2022 Hits:1038 Crotone

A scuola da Tolkien

Mag 21, 2022 Hits:1018 Crotone

Il vescovo di Ragusa mons. Urso ha presieduto la solenne concelebrazione in onore di San Giorgio

San Giorgio 2014 il vescovo benedice il simulacro

 

La benedizione di San Giorgio martire su tutta la città di Ragusa. Perché possa fungere, ancora, da supporto e da guida, così come è sempre stato, soprattutto nei 371 anni in cui ha assolto al ruolo di glorioso patrono di Ragusa. E’ tornato a perpetuarsi, mercoledì sera, al termine della solenne concelebrazione eucaristica tenutasi al Duomo di Ibla, un augurio molto atteso dai devoti e dai fedeli. Un augurio arrivato dal vescovo di Ragus, mons. Paolo Urso, che ha presieduto la cerimonia religiosa ripercorrendo, nell’omelia, la vita del santo cavaliere, tratteggiandone le paure umane a cui ha fatto da contraltare una grande forza spirituale. La stessa forza spirituale che deve muovere ciascun fedele nel suo percorso verso Dio. Mons. Urso si è rivolto soprattutto ai giovani scout della città che, partendo dalle loro sedi, hanno raggiunto il Duomo in pellegrinaggio, per rendere così omaggio al loro santo patrono. Considerata la solennità della cerimonia erano presenti il prefetto di Ragusa, Annunziato Vardè, il sindaco, Federico Piccitto, con il vice Massimo Iannucci e con il consigliere comunale Mario Chiavola, il questore Giuseppe Gammino, il comandante della Compagnia di Ragusa dei carabinieri, Alessandro Coassin, e il comandante del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza, Massimiliano Pacetto. C’era anche il gonfalone della città ad evidenziare la particolarità del momento. Numerosi, anche in questa occasione, i fedeli presenti al Duomo che hanno così avuto modo di onorare il santo cavaliere in attesa della festa esterna che, quest’anno, si terrà il 30 e il 31 maggio e l’1 giugno. I componenti dell’associazione San Giorgio martire, che hanno partecipato in maniera compatta e sentita alla messa solenne di ieri sera, al termine della funzione religiosa hanno annunciato che renderanno noto nelle prossime ore il calendario dei festeggiamenti che sarà assolutamente in linea con quello delle precedenti edizioni. I componenti dell’associazione, inoltre, hanno voluto esprimere il proprio ringraziamento a tutti coloro che già si sono espressi a favore dell’organizzazione di iniziative in grado di rispondere alle esigenze di una manifestazione religiosa di così grande richiamo, una manifestazione che, negli ultimi anni, ha saputo riconquistare la massima attenzione e che intende procedere su questa direzione, nonostante le ristrettezze economiche, anche per il prossimo futuro. “Anche ieri sera – dice il parroco del Duomo, don Pietro Floridia – abbiamo potuto prendere atto dell’ennesimo attestato di devozione che questa città nutre nei confronti del santo cavaliere. Una figura emblematica per quanto riguarda la vittoria del bene sul male e che, ancora oggi, incarnando una non comune vitalità ed effervescenza, risulta essere di una attualità sorprendente”. Intanto è stato attivato il sito internet www.sangiorgioragusa.com all’interno del quale è possibile visionare le foto più significative dei festeggiamenti di questa edizione, oltre a quelle passate, e seguire passo dopo passo i vari eventi che caratterizzeranno le celebrazioni di quest’anno, a cominciare dalla “Scinnuta” di domenica scorsa.

San Giorgio 2014 le autorità ieri sera al Duomo

 

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI