Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 23 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:461 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1215 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1951 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1483 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1462 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1430 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1701 Crotone

Presentati il concorso "L'uomo e le piante" e il progetto "Tesori e patrimoni"

conferenza stampa - primo tavolo 6-11-2013

 

La conferenza stampa tenutasi nell’Aula a emiciclo dell’Orto Botanico di Catania è imprimatur della presentazione delle attività promosse dal Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali e dell’Associazione Polena. Il prof. Pietro Pavone, direttore del Dipartimento suindicato, dopo i saluti istituzionali, ha introdotto il concorso “L’Uomo e le Piante”, sottolineando il ruolo delle scienze naturali e dell’Etnobotanica, elementi fondanti della conoscenza scientifica, protesa alla salvaguardia della vita sulla terra. Le piante rappresentano, dunque, la materia prima per nutrirsi, curarsi e fabbricare strumenti di uso quotidiano. Il concorso diviene congegno per sensibilizzare i giovani al recupero di questo patrimonio, stimolandoli alla ricerca e alla realizzazione di un elaborato scritto, figurativo o multimediale. Il premio conclusivo sarà intitolato alla memoria del console onorario di Spagna a Catania Donna Concetta Bufardeci. A tal proposito Luca Mirone, odierno console onorario di Spagna, ha ripercorso i valori “pilastri” del pensiero di Donna Bufardeci, secondo la quale l’educazione e l’amore per il paesaggio e la natura devono essere trasmessi sin dall’infanzia. Il concorso “L’Uomo e le Piante” si svolgerà in sinergia con il FAI – Fondo Ambiente Italiano delegazione Catania. Il capodelegazione prof.ssa Antonella Mandalà, nella sua anamnesi, ha parlato del basilare rapporto uomo – natura e della necessità di inserire lo studio ambientale ai vertici dei programmi scolastici. Ha presenziato altresì, in rappresentanza del Sindaco Enzo Bianco, il responsabile Relazioni Esterne del Comune di Catania Giuseppe Idonea, che, esprimendo note di merito verso le iniziative presentate nella mattinata, ricorda che il Comune di Catania ha dato suo patrocinio alle iniziative. A seguire a supporto della presentazione del progetto “Tesori e Patrimoni”, promosso dall’Associazione “Polena”, è intervenuto il soprintendente ai BB. CC. AA. Di Catania Fulvia Caffo. Il soprintendente ha spiegato il valore della tutela dei beni del territorio e facendo cenno alla manifestazione intitolata “Etna Patrimonio Unesco”, relativamente all’evento internazionale su annullo filatelico, convegno e concerto di musica classica, ha ricordato l’importanza di coniugare sempre l’iniziativa culturale e il turismo legato ai luoghi. A proposito di patrimoni, il barone Mario Ursino, massimo esponente dell’Accademia Italiana della Cucina, ha parlato di dieta mediterranea, che abbraccia il binomio “piacere della tavola - benessere e salute”.

Il progetto “Tesori e Patrimoni” a cura dell’Associazione Polena, presieduta da Luisa Trovato, realizzato in collaborazione con l’Istituto per la Cultura Siciliana, diretto dal prof. Luigi Maiolino, vuole percorrere il sentiero rievocativo della conoscenza, suggellando le tracce di un passato che ha edificato le poderose basi dell’esperienza didattica – empirica, patrimonio su cui si fonda l’evoluzione della cultura scientifica e letteraria. “Tesori e Patrimoni” è un contenitore culturale che si compone di due sottosezioni: I) Patrimoni dell’Arte e della Natura; II) Patrimoni della Scienza e dell’Umanità”. In sequenza diacronica il primo degli eventi programmati è il convegno “Estorsione e reati ambientali?” a cura dell’Associazione ASAEC – Associazione antiestorsione di Catania “Libero Grassi”. Riguardo l’attività programmata Linda Russo Zangara riferisce la valenza del rapporto tra cultura e legalità, al fine di operare per la tutela ambientale e della salute pubblica. Il presidente dell’Archeoclub Catania Giusy Liuzzo nel suo intervento riferisce che la sinergia di mente – cuore – associazionismo può produrre operatività e attenzione al territorio e molto può essere fatto per la città di Catania, riscoprendo siti archeologici, promuovendo visite turistiche.

A seguire si è illustrato l’evento “La Donna nella maternità e nella natura”, di prossima realizzazione il 15 novembre all’Orto Botanico di Catania, in collaborazione con la Soprintendenza delle BB. CC. AA. di Catania. La presentazione artistica prevede un’esposizione pittorica di Pina Mazzaglia, l’intervento di Maria Teresa di Blasi, che parlerà della donna nell’arte, della figura femminile in tutte le sue sfaccettature. Mentre Maria Caruso dell’Associazione Benessere Mamma, sottolineerà il ruolo emblematico della donna, genitrice e madre, elevandolo a patrimonio dell’umanità.

Nel calendario degli eventi si elenca poi il convegno “Tornabene 1813 – 2013: fra fede e scienza”, che si terrà a Giarre il 20 novembre prossimo, in collaborazione con la Società Giarrese Storia Patria e Cultura. In quella occasione sarà presentato anche il volume “Francesco Tornabene Roccaforte 1813 – 1897, Tornabene e Dintorni di Luisa Trovato. L’evento è stato partecipato, nella giornata della conferenza, dal prof. Carmelo Torrisi e dalla prof.ssa Anna Castiglione.

Altro appuntamento da citare è il seminario “Lingua e Storia in Sicilia” a cura dell’Istituto per la Cultura Siciliana e la Fondazione Verga, in programma il prossimo 21 novembre a Palazzo Platamone, dove si presenta la relazione del filologo romanzo, accademico dei Lincei prof. Alberto Varvaro.

Per la sezione “Patrimoni della Scienza e dell’Umanità“ del progetto e sue relative manifestazioni, sono intervenuti alla conferenza indetta il prof. Carmelo Monaco e il prof. Carmelo Ferlito della sezione Scienza della Terra – Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali dell’Università catanese, Stefano Branca dell’INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Catania e Alfio Grassi del Distretto Produttivo della Pietra Lavica dell’Etna. Sono state presentate le attività: convegno e mostra “Domus Etna, nella letteratura scientifica, nell’arte e nell’artigianato”, che si terrà all’Orto Botanico di Catania il 6 dicembre prossimo e la due giorni intitolata: “Etna Patrimonio Unesco”. Riguardo a detto evento si specifica che il 13 dicembre p.v. si terrà, nella sede dell’Università centrale, un convegno di elevato valore istituzionale e culturale, l’annullo filatelico dedicato a cura di Poste Italiane e un conclusivo e augurale concerto di musica classica. L’attività ha ricevuto plauso e patrocinio del Rettorato di Catania dell’Assessorato ai Beni Culturali e all’Identità della Regione Siciliana ed altri enti e associazioni di pregio del territorio, nonché il sostegno morale dell’Arcidiocesi di Catania. Nel giorno seguente 14 dicembre, sarà invece presentato il volume Le eruzioni dell’Etna nell’opera di Orazio Silvestri (1835-1890) - Il disegno come strumento per l’osservazione scientifica di Tiziana Abate, Stefano Branca, Carmelo Monaco.

Si ricordano inoltre il convegno “Per un’antropologia delle rappresentazioni presepiali nel Mezzogiorno italiano” a cura del prof. Francesco Faeta dell’Università di Messina, noto antropologo italiano, da tenersi il prossimo 10 dicembre all’Orto Botanico di Catania. L’evento, proteso a celebrare il Natale, prevede in conclusione la visita presso la grotta della felci dell’Orto, dove è in allestimento un presepe in fibra di ficodindia e rappresentazioni arboree endemiche in miniatura. L’evento è collaborato dalla Soprintendenza del BB. CC. AA. Di Catania. Altra manifestazione degna di menzione è l’attività che si terrà nella sede del C.C. Etnapolis, diretto da Alfio Mosca. Si annuncia, infatti, per la giornata del 15 dicembre prossimo, la presentazione del progetto “Spiga nel Solstitium d’Inverno“ - il rito di Santa Lucia nella tradizione siciliana e svedese e il miracolo del grano “vicenda di una domenica del 13 maggio 1646”. Il momento celebrativo prevede una Santa Messa, la sfilata in onore di Santa Lucia e una degustazione della Cuccia. In conclusione si ricorda ancora fra le attività del progetto “Tesori e Patrimoni”, la presentazione del volume “De Materia Medica” – Il Dioscoride di Napoli a cura di Aboca Museum.

Il progetto ha ricevuto molteplici riconoscimenti e patrocini siciliani e nazionali, si ricorda l’Accademia Italiana della Cucina – Istituzione Culturale della Repubblica, Fondazione Verga, l’Archeoclub di Catania e l’ASAEC di Catania.

foto colonnato Orto Botanico 6-11-2013

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI