Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 21 Agosto 2018

Forever young: Enzo Fogli…

Ago 06, 2018 Hits:1127 Crotone

Giornate del Cinema Lucan…

Lug 31, 2018 Hits:822 Crotone

Il calabrese Francesco Sa…

Lug 30, 2018 Hits:912 Crotone

Galà della moda: il Rotar…

Lug 24, 2018 Hits:1141 Crotone

I grandi del cinema per l…

Lug 24, 2018 Hits:1088 Crotone

A Crotone la IV edizione …

Lug 19, 2018 Hits:1290 Crotone

Michele Affidato alla pre…

Lug 18, 2018 Hits:1169 Crotone

Giancarlo Cerrelli, Segre…

Lug 13, 2018 Hits:1381 Crotone

Il Centro Civico di Pellaro intitolato alla memoria di Cosimo Cardea

Si è tenuta sabato 3 febbraio a Pellaro, alla presenza del Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, la cerimonia di intitolazione del Centro Civico al Dott. Cosimo Cardea, stimato medico, politico e amministratore pellarese scomparso nel 2007.

All’incontro, organizzato in collaborazione con l’Avis di Pellaro, nell’ambito del programma di iniziative promosse per la “Giornata della Donazione”, erano presenti i rappresentanti dell’Associazione oltre ad una folta rappresentanza della comunità pellarese, con il Parroco Don Tonino Sarò, i rappresentanti della famiglia del Dott. Cosimo Cardea, la Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo “Cassiodoro Don Bosco” Eva Nicolò, accompagnata da una delegazione di studenti ed insegnanti.

«Quello della memoria è certamente uno degli elementi portanti per la costruzione e la valorizzazione della nostra identità territoriale. Sono felice che la comunità di Pellaro abbiamo proposto alla Commissione Toponomastica, che ringrazio per il prezioso lavoro che svolge quotidianamente, l’intitolazione del Centro Civico ad una figura nobile come quella di Cosimo Cardea, una personalità che ha dato tanto alla città, sia in termini di attività professionale che per l’impegno politico e civico a servizio del territorio» ha commentato il sindaco a margine della cerimonia di scopertura della targa.

«Uno degli elementi caratterizzanti della vita di Cosimo Cardea, cosi come di quella di altre importanti figure oggi scolpite nel pantheon dei personaggi illustri della storia della Città, è quello della vicinanza e del rapporto di fiducia con il territorio - ha aggiunto il sindaco Falcomatà - un rapporto di familiarità e di empatia con la cittadinanza, che oggi caratterizza il ricordo di questi personaggi, che vogliamo sia tramandato come esempio, soprattutto alle nuove generazioni».

 

Biografia di Cosimo Cardea

Cosimo Cardea, nato a Pellaro nel 1921 e scomparso il 2 giugno del 2007. Formato in una famiglia cattolica, il padre Giovanni è stato per lunghi anni Priore della Congrega del Carmine in Pellaro Lume. Ha frequentato studi classici nella città di Reggio Calabria e poi si è laureato in Medicina e Chirurgia sul finire degli anni ’40.

Medico di famiglia, si proiettò con grande spirito umanitario nella cura e l’assistenza a tanti ammalati dedicandosi per molte ore della giornata sia al servizio ambulatoriale e sia al servizio medico a domicilio.

Negli anni ’70 entrò a far parte della Democrazia Cristiana. Fu segretario del partito per tanti anni e iniziò le candidature al Consiglio Comunale dove è stato eletto per ben 4 volte negli anni ’60 e ’70, divenendo assessore nelle varie sindacature, e, negli stessi anni, divenne Consigliere provinciale.

In qualità di amministratore si dedicò molto allo sviluppo rurale ed occupazionale della città e della sua Pellaro e contemporaneamente entrò a far parte del Consiglio d’Amministrazione degli Ospedali Riuniti divenendo successivamente medico ospedaliero alla nascita dell’Ospedale Morelli di Reggio Calabria.

Personaggio molto popolare, non esitò a difendere gli umili e i sofferenti anche con toni alti contro le ingiustizie e le amarezze della vita politica. Quando nacquero le circoscrizioni, Cosimo Cardea si candidò nuovamente ottenendo migliaia di consensi, continuando ad amare la sua Pellaro anche dai banchi del Consiglio circoscrizionale.

Gli ultimi anni della sua vita li ha consacrati alla dedizione alla sua famiglia, alla moglie, ai due figli Giovanni e Paola, e ai tanti nipoti che hanno seguito anche le orme del nonno divenendo valenti medici, già inseriti nella professione.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI