Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 17 Ottobre 2019

Alluvione 1996, Cerrelli:…

Ott 14, 2019 Hits:134 Crotone

Con Shakespeare partita l…

Ott 11, 2019 Hits:231 Crotone

Cerrelli difende gli abit…

Ott 04, 2019 Hits:515 Crotone

"Assaggiamo la Calab…

Ott 04, 2019 Hits:379 Crotone

Giornata Europea delle Li…

Ott 03, 2019 Hits:412 Crotone

Candelnight, a Scandale l…

Set 25, 2019 Hits:644 Crotone

Vernice, il cd dei "…

Set 23, 2019 Hits:694 Crotone

Il Nemico del Popolo e la Crisi Etica, intervista a Peter Dennis Kapsaskis

1072652_485021148259525_1086851928_o

 

Peter Dennis Kapsaskis è nato ad Atene, ma la sua famiglia proviene da Zante dove si stabilì intorno al 1534 . Ha vissuto 7 anni a Roma dove ha frequentato la scuola media statale ''Vittorio Alfieri'' e successivamente a frequentato l' instituto Maria Montessori di Roma. A completato i suoi studi  all' universita' ''Panteion University of Athens'', dove ha studiato Scienze Politiche e Storia. Ha lavorato al Ministero degli Affari Esteri e l'Accademia diplomatica d' Atene, (nel settore del diritto del mare) . In seguito dopo aver completato il servizio militare si e' trasferito a Londra dove a completato con successo i suoi studi post-laurea in Sicurezza e Geopolitica al Royal Holloway University of London. Ora sta lavorando al ambasciata Greca a Londra e sta proseguendo i suoi studi con il dottorato di su Diplomacy, Secret Services and Energy. E' stato intervistato in varie trasmissioni Elleniche e Inglesi e ha dato diverse conferenze in Grecia riguardo la Diplomazia e la Politica Estera, L'educazione e la gioventu'.
Parlando con il 27ene Peter D. Kapsaskis riguardo il suo discorso a Roma e' stata per noi una grande sorpresa sentirsi spiegare i simbolismi e i messaggi che ci sono nella sua presentazione. Ci siamo accorti che per la prima volta in un discorso politico il rettore trae ispirazione da un drama teatrale. In questo caso il drama di Henrik Ibsen intitolato ''Un nemico del Popolo''. Εssa secondo noi e' un' innovazione assoluta nel campo dei discorsi politici. Peter ci ha spiegato che sarebbe bene trovare esempi sani per poter inspirare la gioventu' in un modo originale (senza allontanarla dalla tradizione) e construtivo allo stesso momento. Egli trova nel protagonista del racconto Henrik Ibsen (Dr. Stockmann) l' uomo ideale che puo'  ha come principi della sua vita l'etica, la giustizia e la verita'.
Quando abbiamo chiesto a Peter D. Kapsaskis di scriverci alcunne linee di cio che noi avremmo aspettato da lui a Roma il Venerdi 25 Ottobre, Peter ci ha risposto:

Il Nemico del Popolo e la Crisi Etica'' e' una retorica contro l'epidemia dell' omogeneita'. Il trionfo dell' etica sulla mania di far polemica e' l'apoteosi dello scetticismo critico che si trova in antitesi con la cachessia di quello ipocrita.''Un Nemico del Popolo'', Il titolo della mia tesi, e' una metafora inspirata dal dramma di Henrik Ibsen. Il protagonista Dr. Stockmann e' un autentico paradigma del anti-idolo; una figura eroica che si trova agli antipodi del sistema politico del periodo storico in cui vive.

La mia priorita' non e' di sintetizzare e/o analizzare le miriadi d' agonie del protagonista del drama di Ibsen, bensi' quella di usare il suo paradigma come un antidoto alla genesi del dogma laico e alla necrosi psichica e spirituale del cosmos in cui viviamo oggi. In sintesi, l'emfasi verra' data alla metamorphosi sociale che avvera' solo attraverso la metamorfosi della monade.

In questa plethora di simboli ritrovιamo non solo il sintomo della crisi economica che ha stigmatizzato la nostra epoca, ma anche l' ellipsis del pensiero critico che ha generato il carcinoma della ''Crisi Etica''. La scuola ha perso il suo ruolo e la pedagogia e' diventata anemica. Il poema epico e' diventato sindromo emetico e gli eroi ormai si possono trovare solo nei cimiteri. Il simmetrico ha dato il suo posto al antisimmetrico e l'estetica e' di moda paragonarla a un' idea eretica. Siamo caustici con l'eterogeneita' perche' ci piace vivere in armonia con gli epigoni dell' omogeneita' e della tirannia. L' armonia e' persa dentro l' agonia e il pathos e' diventato anomalia che porta l'uomo alla pseudo-idolatria, simbolo caratteristico della demonecrazia. La mania per l'effimero e l'estremo egoismo ci ha portato sull' orlo dell' anathema e del paralogismo.

L'esodo dalla crisi non lo si trovera' nel idiotismo bensi' in ideali come l'ethos, il pathos e l' antropocentrismo.

155518_362808283814146_1563692861_n

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI