Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 28 Ottobre 2021

Teatro: tante risate, nonostante il dramma delle corna

_DSC2550

Scanzonata e divertente, allegra e coinvolgente. In due parole: Michela Andreozzi. Sabato sera sold out per lo spettacolo “Maledetto Peter Pan” per la stagione del Teatro Donnafugata a Ragusa Ibla che ha saputo regalare al pubblico uno spettacolo pieno di risate grazie ad un’interprete poliedrica pronta, battuta dopo battuta, ad innescare l’ilarità più naturale tra gli spettatori. E così il dramma delle corna, alla base della storia interpretata dall’Andreozzi sul palco, è meno amaro di quel che è. Il tradimento da parte del proprio partner, soprattutto quando si raggiunge una certa età e si passano gli anta, è sempre dietro l’angolo, in agguato. E può colpire come accade nella coppia al centro della storia dello spettacolo. Lei, affranta, si ritrova così sola, abbandonata a se stessa, incompresa da amici e familiari, lontana da quel lui che amava follemente e che invece l’ha tradito con la segretaria ventenne. Un dramma consumato spezzando il cuore e la coppia, intrecciata trama di una storia in cui si alternano tanti personaggi, tutti interpretati dall’Andreozzi con grande bravura e vivacità, e con una personalizzazione straordinaria. La “sindrome di Peter Pan”, come viene chiamata la “crisi di mezza età”, che spinge soprattutto l’uomo a tradire, raccontata con un registro comico che si prende beffa del tradimento restituendo la giusta forza alla donna, solitamente la più debole nella coppia. A metà tra la commedia, lo stand-up e il monologo, la regia di Massimiliano Vado regala tante risate ma anche tanta riflessione, adattando il testo anche all’attualità, con riferimenti al premier Renzi e al più recente film-scandalo “50 sfumature di grigio”. In circa un’ora e mezza di spettacolo che diverte in continuazione la Andreozzi passa dall’essere sola ed abbandonata sul divano al momento di dover fare i conti con la propria vita, dal confronto con gli amici, già informati del fattaccio, alla spasmodica quanto infruttuosa ricerca di un ex fidanzato magari da riconquistare per ripartire ed avere “dignità” davanti a tutta la società. Una “dignità” che diventa lo spunto per una feroce autocritica, una sorta di flagellazione morale dove finisce sott’accusa la donna e solo la donna, salvo poi capire che la colpa di quella rottura non è sua o almeno non solo sua. La commedia teatrale è francese ed è scritta da Michele Bernier e Marie Pascale Osterrieth (tratta dal fumetto “Le Demon de Midi” di F. Cestac) e in questa versione è stata tradotta e adattata da Carlotta Clerici e Antonella Questa. La stagione teatrale diretta da Vicky e Costanza Di Quattro con la consulenza artistica di Carlo Ferreri torna già nel prossimo fine settimana, 21 e 22 marzo, con un atteso spettacolo di impegno sociale con protagonista Lucia Sardo che presenterà “La madre dei ragazzi”, rappresentazione dedicata alla vita e alla lotta di Felicia Impastato, madre di Peppino Impastato ucciso dalla mafia. Già sold-out per domenica 22, prenotazioni ancora aperte per la rappresentazione di sabato 21. La stagione teatrale del Teatro Donnafugata è realizzata con il supporto del Senato, della Camera di Commercio di Ragusa, della Banca Agricola Popolare di Ragusa e di altre aziende private per la cultura. Info e prenotazioni al 338.4805550, 333.9443802, 339.2912245, oppure sul sito web www.teatrodonnafugata.it.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI