Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 25 Febbraio 2024

Presentato il Premio Nazi…

Feb 21, 2024 Hits:248 Crotone

Prosegue la formazione BL…

Feb 20, 2024 Hits:224 Crotone

Si firmerà a Crotone il M…

Feb 14, 2024 Hits:445 Crotone

Le opere del maestro Affi…

Feb 07, 2024 Hits:575 Crotone

Il patrimonio della …

Gen 24, 2024 Hits:982 Crotone

Book Baby Boom: inizia un…

Gen 19, 2024 Hits:1072 Crotone

Alla Frassati inaugurata …

Nov 07, 2023 Hits:2412 Crotone

Book Baby Boom: una nuova…

Ott 25, 2023 Hits:2666 Crotone

Giunta approva nuovo Regolamento edilizio: qualità degli edifici, sicurezza antisismica, risparmio energetico

Così il sindaco di Catania Enzo Bianco ha definito il Regolamento edilizio delibato nella riunione di Giunta di oggi e messo a punto dall’assessorato all’Urbanistica.

“Un atto amministrativo estremamente complesso – ha ricordato Bianco – nato ascoltando Ordini professionali, associazioni ambientaliste, costruttori, commercianti, industriali e tanti altri, dall’Università alla Procura della Repubblica, per mettere ordine in un settore molto delicato. Abbiamo dato voce a tutti anche attraverso un forum pubblico e alla pubblicazione della bozza del Regolamento sul web proprio perché fosse un atto nato dalle esigenze dei cittadini”.

Il Sindaco ha ricordato le priorità che hanno guidato la redazione del Regolamento: crescita qualitativa e non più quantitativa del numero di immobili con attenuazione del rischio sismico attraverso la messa in sicurezza degli edifici, assoluta attenzione al risparmio energetico, recupero dove possibile del patrimonio esistente, trasformazione radicale delle aree di degrado.

La filosofia del nuovo Regolamento passa dalla valorizzazione della città facendo leva sul decoro urbano e su un Piano del colore che renda attrattivo il territorio sia agli investitori sia ai turisti. Massima attenzione anche alle aree a verde e all’incremento della permeabilità del suolo.

“Nella prima fase – ha spiegato l’assessore Di Salvo – erano stati coinvolti organismi e associazioni, a cominciare dagli Ordini di architetti e ingegneri e dall’Ance, che avevano contributo alla redazione della bozza. Con il Forum e la pubblicazione del documento sul web abbiamo ricevuto nuovi interessanti input che ci hanno consentito di verificare il lavoro svolto in questi mesi e arricchirlo con ulteriori contenuti”.

A seguito della pubblicazione della bozza di Regolamento sul sito internet del Comune, una diecina di soggetti - tra cui Italia Nostra, Confcommercio, Associazione idrotecnica italiana, Dipartimento di Ingegneria civile e ambientale dell’Università di Catania e parecchi singoli professionisti - ha prodotto documenti, anche molto corposi e accurati, contenenti diversi suggerimenti, ovviamente a volte anche  contrastanti tra loro. Molti dei suggerimenti proposti sono stati accolti, in una misura valutabile intorno al 70%. Il provvedimento così modificato è stato infine sottoposto alla Giunta comunale e approvato.

Il Regolamento – un corpo principale di circa 180 pagine con allegati tre fascicoli comprendenti le linee guida riguardanti la sostenibilità e la qualità del paesaggio e dell’ambiente, l’efficienza energetica e la bioedilizia e la pericolosità geologica e sismica - prevede tra l’altro la semplificazione amministrativa di alcuni procedimenti di autorizzazione edilizia.

Le nuove costruzioni e gli edifici in ristrutturazione dovranno obbligatoriamente dotarsi del fascicolo di manutenzione dell’immobile. Per gli interventi di messa in sicurezza sismica, e di riclassificazione energetica che parta dalla classe A, ci sarà l’opportunità di ottenere sgravi sugli oneri di costruzione.

Da domani il testo definitivo del Regolamento, così com’è stato approvato dalla Giunta, sarà disponibile sul sito del Comune di Catania. Il provvedimento per diventare operativo dovrà essere adesso adottato dal Consiglio comunale e poi approvato dall’Assessorato Territorio e Ambiente della Regione Siciliana.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI