Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 28 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:585 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1295 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2031 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1562 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1540 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1507 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1785 Crotone

Dalla doppia sforbiciata, dei Fondi Europei e nazionali, un Sud bloccato

In primis, diciamo che la prima, possibile e futura, sforbiciata di 500milioni di Fondi europei al tesoretto della Puglia, suona come un pericolo; un taglio questo che si concretizzerebbe sul nuovo ciclo di Programmazione economica europea 2021-2027. Nel Particolare, la Commissione europea ha, già, presentato lo schema di bilancio comunitario per il 2021-2027, tra le cui voci di spesa c’è, anche, il capitolo: “Coesione Sviluppo”, per il quale l’assottigliamento delle risorse economiche dovrebbe attestarsi al 7%. Questo vuol dire che a stringere i cordoni della borsa di spesa saranno, nel prossimo settennio, tutte le regioni dell’Obiettivo Coesione, ovvero, delle regioni del Sud, a crescita lenta. In sostanza, il nuovo Bilancio europeo potrebbe rosicchiare al Mezzogiorno, un totale di 1,5 miliardi di euro: La Puglia pagherebbe i suddetti 500 milioni; la Campania 370 milioni; la Calabria 160 milioni; la Sardegna 95 milioni; la Basilicata 77 milioni. Ancora, per quanto riguarda i Fondi economici nazionali il Ministro della Coesione territoriale e del Mezzogiorno ha preso questa decisione, con una seconda sforbiciata, a danno del Sud: il vincolo del 34% per gli investimenti pubblici ordinari per il Mezzogiorno, è pienamente operativo. A questo punto va detto, anche, senza mezzi termini, che la spesa, in conto capitale, delle imprese pubbliche nazionali è sbilanciata, a favore del Nord Italia (Ferrovie dello Stato concentra, appena, il 20% della spesa in conto capitale, al Mezzogiorno).

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI