Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 29 Novembre 2021

Dalle regole e dalla società al futuro dei giovani

A nostro modesto avviso, la strada maestra che i ragazzi e, poi, gli adolescenti dovrebbero percorrere, per la costruzione di un loro, prosperoso, futuro, è quella di osservare le leggi, iniziando dalla Costituzione. Vediamo come. Innanzitutto, lo Stato, per consentire un’attrazione dei giovani verso la legalità del proprio “modus operandi e vivendi”, deve agire con l’educazione della legalità e, in particolare, della trasparenza, nelle scuole, con un indirizzo alla responsabilizzazione dei ragazzi e la formazione nelle imprese. E qui va detto, anche, senza mezzi termini, che la formazione dovrebbe essere obbligatoria, in quanto, già, fissata dalla legge n.190 del 2012, per le istituzioni pubbliche e dalla legge n.231 del 2001, per le imprese private. Ancora, per quanto riguarda la struttura della società italiana è necessaria una sorta di rivoluzione politica e culturale, cioè, bisogna che le istituzioni nazionali e locali convincano i giovani, ad esercitare, da un lato, il diritto di voto, creando una cittadinanza attiva; dall’altro, studiare e progettare un proprio futuro, comprendendo, anche, l’idea del rischio, tenendo, alla larga, le paure. In tal senso, si sta muovendo, nel Salento, la Provincia di Lecce: il Progetto Garanzia Giovani ha consentito a molti ragazzi di entrare in azienda, attraverso il sistema dei tirocini. L’ultima chiamata per i giovani viene dall’Eures, il servizio della Provincia di Lecce che ha messo in connessione la domanda di lavoro del territorio salentino e ha proposto: lavori per l’estate, una corsa dei giovani per 160 animatori turistici, nei villaggi di vacanze. Coloro che supereranno il primo colloquio potranno seguire uno stage formativo di tre o quattro giorni, in Calabria, dovendo superare la seconda fase di selezione. E dulcis in fundo, ci auguriamo che questa pregevole iniziativa sia un buon esempio per altre istituzioni locali e non diventi, a macchia di leopardo, nel Paese Italia.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI