Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 29 Novembre 2021

Aperta a Göteborg, Svezia, una mostra personale del fotografo pugliese Marcello Nitti

Marcello Nitti, Göteborg

La fotografia è riproduzione di realtà ma è talvolta una realtà che non sempre corrisponde ad una immagine visiva facilmente riconoscibile, ma può assumere connotati in cui predomina la forma o il colore più che i tratti classici di un oggetto, una persona, una situazione.

Ed è proprio su questa derivazione della realtà che si fonda la produzione fotografica del pugliese Marcello Nitti, la cui rappresentazione della realtà trae spesso ispirazione da un suono, da una musica, da un colore o da linee geometriche non immediatamente riconducibili a realtà bensì a sensazioni e stati d’animo. Lui realizza quindi uno scatto che banalmente potrebbe dirsi astratto ma che lo è solo perché da’ adito a varie interpretazioni a seconda di chi lo guarda o della fantasia che lo ispira, laddove si tratta pur sempre di una raffigurazione reale che si esplica in un modello artistico.

Skönhetsfabriken (la Fabbrica della Bellezza) nel Clarion Hotel Post di Göteborg, - unica nel suo genere in Svezia ad offrire un concetto totale di trattamenti per la cura del corpo sia per gli uomini e le donne, ha deciso di offrire anche un piacevole e singolare itinerario visivo con una originale mostra fotografica di Marcello Nitti.

marcello3

Mentre i clienti e gli ospiti godono dei loro trattamenti e il pubblico gode l'ambiente storico circostante, dal 10 marzo e durante tutta l'estate, tutti possono assaporare anche l’esperienza di "GEOVISION - - un viaggio attraverso la fantasia di Marcello Nitti".

Sono 53 le foto che decorano le pareti con l'arte fotografica rivoluzionaria del fotografo e pioniere italiano Nitti; la sua prima mostra personale al mondo, GEOVISION, è il risultato di 20 anni di ricerca, di sperimentazione e passione per la macchina fotografica, la luce, la forma, il colore e la musica. Nitti realizza i propri lavori, con creatività e libertà mediante la propria fotocamera digitale, con un solo scatto e senza rielaborazioni digitali.

Nitti vive e lavora a Taranto, Puglia, città di mare nel tacco d'Italia, è attivo anche come fotografo pubblicitario e per privati ed è ben noto nell’ambito culturale della sua città di cui è un originale animatore sul piano degli eventi sia culturali che musicali; ha affrontato questa dimensione internazionale che lo ha portato dal sud, la Puglia, al sud facoltoso ed effervescente della Svezia, rappresentato dal suo nucleo urbano che è proprio Göteborg, seconda città svedese ma prima per rilevanza economica ed industriale.

La stimata gallerista di Göteborg, Nette Johansson, della The PhotoGallery, aveva portato all'attenzione il fotografo pugliese esponendo alcuni dei suoi lavori in Svezia nel settembre 2015, nell’ambito della mostra Timeless, dove aveva condiviso lo spazio espositivo in una collettiva con opere di rinomati fotografi di fama internazionale.

Opening

"L’espressione fotografica di Marcello è unica, moderna ed emozionante. Sono davvero convinta che vedremo nel prossimo futuro molte foto d'arte di Marcello Nitti nelle case dei collezionisti ", afferma la Johansson .

Ed, a sua volta, Amanda Elmander, titolare di Skönhetsfabriken aggiunge "Essere in grado di offrire ai nostri ospiti delle mostre d'arte emozionanti è un modo per Skönhetsfabrien di arricchire ulteriormente le tipologie dei centri benessere in tutto il mondo con tendenze new-age. Esibendo le ultime novità della scena artistica, di arte, diffondiamo la bellezza nel mondo. Nitti vede il mondo in un modo unico e con la sua macchina fotografica condivide le sue visioni astratte e colorate, che risultano attraenti e abbelliscono la giornata. "

Marcello dice del suo inizio: “Ho avuto un momento di riflessione, non ero entusiasta all’inizio e mi sono detto che se volevo continuare dovevo trovare un mio linguaggio. La mia idea di fotografia è cominciata influenzata dalla musica, in particolare quella dei Pink Floyd…Volevo creare immagini astratte tramite la mia fantasia e la mia fotocamera, senza deformazioni digitali, ma con diverse lenti e diverse condizioni di luce…Non è stato facile all’inizio ma poi ho trovato il binario giusto….la mia fantasia deriva tutto ciò che circonda per questo l’ho definita ‘Geovision’ “…

Una delle foto esposte... 

Dal 10 marzo al 31 agosto 2016 a Skönhetsfabrien

Stampgatan 4
41103 Göteborg

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI