Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 17 Settembre 2019

Martina Casaccio: un sogn…

Set 13, 2019 Hits:131 Crotone

Ad Hannam il progetto I l…

Set 04, 2019 Hits:346 Crotone

La Madonna di Czestokowa …

Ago 30, 2019 Hits:483 Crotone

Magna Grecia film Festiva…

Ago 23, 2019 Hits:653 Crotone

Prestigioso incarico all’…

Lug 24, 2019 Hits:1524 Crotone

La Biblioteca Frassati co…

Lug 24, 2019 Hits:1404 Crotone

Taormina Film Fest: il ma…

Lug 08, 2019 Hits:5095 Crotone

A Nicole Kidman il "…

Lug 02, 2019 Hits:1795 Crotone

L’argilla come terapia ricreativa per i bambini del Policlinico Vittorio Emanuele

Modellare un semplice pezzo di argilla può migliorare la qualità della vita di un bimbo ricoverato in ospedale, regalandogli un sorriso e momenti di spensieratezza durante la degenza.  A volte basta poco per donare gioia. E questo è l’obiettivo della Fondazione Lene Thun, Onlus altoatesina che il giorno 5 luglio ha inaugurato una nuova opera collettiva realizzata dai “piccoli artisti” durante i laboratori permanenti di ceramico-terapia all’interno del Vittorio Emanuele di Catania. Alle 17.30 il taglio del nastro, presso il reparto di Ematologia Oncologica Pediatrica con la partecipazione di Paola Tamanini, coordinatrice Attività Istituzionali Fondazione Lene Thun Onlus e responsabile del laboratorio presso il Policlinico di Catania.

In rappresentanza della struttura ospedaliera, erano presenti  alla cerimonia inaugurale la Prof.ssa Giovanna Russo, Direttrice del Reparto Ematologia Oncologica Pediatrica, la Dott.ssa Cinzia Favara, Psico-oncologa di reparto e membro del Comitato Scientifico della Onlus.

Il laboratorio di ceramico-terapia del Policlinico Vittorio Emanuele è uno dei primi ad essere stato avviato dalla Fondazione Lene Thun Onlus. A partire da novembre 2014 il reparto di Ematologia Oncologica Pediatrica accoglie il servizio gratuito e permanente di modellazione ceramica durante il quale uno staff di ceramisti e volontari, il lunedì e il giovedì, regala il proprio tempo. Durante l’attività ricreativa i bambini hanno modo di scoprire la gioia della modellazione, creando piccoli lavori per se stessi e opere più grandi, collettive, che come in questo caso, vengono poi esposte negli spazi comuni dell’ospedale per regalare allegria e calore.

Negli ultimi mesi di laboratorio, i piccoli pazienti hanno lavorato ad una spettacolare e coloratissima opera dal titolo “L’Amico Gigante”, svelata durante la cerimonia inaugurale. Settimana dopo settimana, bambini e ragazzi, hanno modellato con l’argilla colorati tasselli per regalare al loro “amico”, alto quasi 3 metri,  uno speciale “vestito di ceramica”. Ha preso così vita un gigante buono che, con il suo simpatico sorriso e la sua veste variopinta, regalerà a tutti i visitatori un tocco di gioia.

Il progetto è stato realizzato grazie alla preziosa collaborazione di tutta l’équipe sanitaria e del personale medico ospedaliero quotidianamente impegnati nella lotta alla malattia. Un ringraziamento particolare va alle due ceramiste Maria Grazia Ranelli e Elisa Cucinotta nonché a tutto il team di volontari che prestano il loro servizio e donano sorrisi.

La Fondazione Lene Thun Onlus, che da tempo svolge attività presso l’Ospedale di Catania, lo scorso anno ha coinvolto bambini e ragazzi ospitati presso la struttura,  nel progetto “L’Albero dei Desideri”. Così con le mani e con il cuore sono nate meravigliose decorazioni per il grande Albero di Natale di Piazza San Pietro e l’incontro con un uomo straordinario, Papa Francesco.

Grazie al contributo di molti, nel corso del solo 2017, la Fondazione Lene Thun Onlus,  attraverso i 35 laboratori distribuiti sul territorio nazionale, ha regalato oltre 27.000 ore di sorrisi e supportato con la sua attività 9.000 bambini e le loro famiglie,  che grazie alla magia della modellazione,  oggi vivono in maniera meno dura e difficile i lunghi ricoveri a cui li costringe la malattia.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI