Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 15 Aprile 2021

Il Comune di Catania avvia progetti di integrazione sociale per giovani stranieri

“L’integrazione scolastica e inclusione sociale dei giovani stranieri” (Azione 3), la “Capacity building”( Azione 9) , lo “Scambio di esperienze e Buone pratiche” ( Azione 10)   sono i temi su cui il Comune di Catania, attraverso l’Assessorato dell’Armonia Sociale e Welfare retto da Fiorentino Trojano, ha presentato un Avviso Pubblico, come   capofila e soggetto proponente, di progetti a valenza territoriale finanziati dall’Autorità responsabile del Fondo Europeo per l’integrazione.

Con Decreto n. 5019 /13 l’Autorità del Fondo Europeo per l’Integrazione di cittadini di Paesi Terzi, Direzione Centrale per le Politiche dell’Immigrazione e dell’Asilo, del Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, ha infatti predisposto una serie di Avvisi Pubblici di cui sono Destinatari Diretti, per le attività di progetto, i funzionari delle pubbliche amministrazioni e gli erogatori dei servizi pubblici rivolti ai cittadini stranieri.

Destinatari Finali saranno i cittadini di Paesi terzi regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale.

In particolare, l’ Integrazione scolastica e inclusione sociale dei giovani stranieri fissa interventi che favoriscano processi di crescita personale e di integrazione sociale. Ciò avverrà attraverso la promozione del diritto allo studio degli studenti stranieri che prevede, tra l’altro, anche l’attivazione di servizi di supporto e tutoring, consulenza psicologica e apprendimento della lingua italiana e interventi di contrasto all’abbandono e alla dispersione scolastica

La Capacity building favorisce l’accesso degli immigrati alle istituzioni, nonché a beni e servizi pubblici e privati, su un piede di parità con i cittadini nazionali e in modo non discriminatorio e costituisce base essenziale per una migliore integrazione. L'azione 10, infine “Scambio di esperienze e buone pratiche” promuove il confronto tra le politiche di integrazione sviluppate a livello regionale e nazionale in Italia e negli Stati Membri dell’Unione, al fine di capitalizzare e di trasferire buone pratiche. In sostanza   occorre sviluppare obiettivi, indicatori e meccanismi di valutazione chiari per adattare la politica e valutare i progressi verso l'integrazione e rendere più efficace lo scambio di informazioni.

Il termine ultimo per la presentazione delle proposte progettuali, a pena di inammissibilità, è il 21 Settembre 2013 entro le ore 12.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI