Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 25 Marzo 2019

Brutta sconfitta casalinga per la Keyjey Pallamano Ragusa

Ci si attendeva una prestazione super. E, invece, i ragusani hanno giocato sottotono. Favorendo i meccanismi offensivi degli ospiti. E cedendo le armi nel finale, senza che il risultato ultimo, a favore degli avversari, sia mai stato messo in discussione. E’ questa la sintesi estrema della gara valida per la settima giornata del girone di andata del campionato di Serie B che la KeyJey Pallamano Ragusa ha disputato nella palestra Parisi di via Bellarmino con il Cus Palermo. E’ finita 20-25 dopo che il primo tempo si era concluso con il parziale di 9-10 sempre in favore degli ospiti e ci si attendeva che, nella ripresa, il sette allenato da Saro Cappello potesse in qualche modo risalire la china. E, invece, così non è stato. Ma non solo. Forse, il gruppo ragusano ha dato vita alla peggiore prestazione da quando è stato dato il via a questa stagione in B. “Sinceramente – afferma il presidente Giuseppe Girasa – mi aspettavo qualcosa in più. Ho visto poco mordente e, soprattutto, ho notato come, a dispetto di altre volte, non c’era la giusta determinazione nel cercare di recuperare il risultato. Pazienza, una partita storta può capitare. E’, però, un peccato perché, se il punteggio conclusivo fosse stato diverso, avremmo potuto recuperare un altro gradino nella classifica generale. E, invece, niente. Dobbiamo accontentarci di ripartire con la necessaria lena e sperare che, nel prossimo match, si riescano a trovare gli spunti per portare a casa la vittoria”. Sabato prossimo, la KeyJey Ragusa se la vedrà in trasferta con il Giovinetto Petrosino a Marsala. Niente da fare neanche per l’Under 15 che, pur giocando tutto sommato una buona gara, ha dovuto soccombere al cospetto dello squadrone dell’Aretusa. Per i “piccoli” iblei, qualche errore nella conduzione della palla, ma più di quello che è stato fatto, sinceramente, non si poteva. Già dalle prossime partite, l’auspicio è che anche i giovani ragusani possano recuperare il terreno perduto.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI