Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 04 Febbraio 2023

Istituto S. Anna e Coni i…

Feb 02, 2023 Hits:125 Crotone

Al Nautico laboratori con…

Gen 26, 2023 Hits:327 Crotone

Parte il progetto "M…

Gen 21, 2023 Hits:422 Crotone

Virtuosità tecnica, liris…

Gen 21, 2023 Hits:409 Crotone

La pizza Crotonese a Sanr…

Gen 07, 2023 Hits:728 Crotone

Maria Taglioni: è' tornat…

Gen 07, 2023 Hits:713 Crotone

Per gli "Amici del t…

Gen 07, 2023 Hits:735 Crotone

PMI DAY 2022: Studenti in…

Gen 07, 2023 Hits:682 Crotone

Comiso - Conclusa la processione di Pasqua

Insolita coda per la festa di Pasqua. Ma molto sentita da devoti e fedeli. Che lunedì sera erano presenti in gran numero alla conclusione della processione che domenica scorsa non era stato possibile ultimare a causa delle avverse condizioni atmosferiche che, dal tardo pomeriggio, avevano interessato la città di Comiso. Per cui, era stato deciso di ricoverare i due simulacri, quello del Cristo Risorto e dell’Annunziata, nella chiesa dei Santi apostoli. E da qui, dopo la solenne celebrazione eucaristica di ieri sera, è ripartita la processione con la prima “paci” che si è tenuta proprio dinanzi alla chiesa in questione anche per ringraziare la comunità della straordinaria ospitalità ricevuta. Il corteo poi è proseguito verso la chiesa Madre sino ad arrivare, rispettando le altre tappe previste dove si è ripetuta la “paci”, in piazza Fonte Diana. Quindi, il rientro alla basilica dell’Annunziata per l’ultima “paci” in programma che ha rinnovato l’appuntamento per il prossimo anno. Sono state, come sempre, a migliaia le persone coinvolte per una festa di popolo straordinaria. Come nella migliore delle tradizioni, dopo essere stati posizionati l’uno di fronte all’altro, in seguito all’antifona intonata dagli angioletti posti ai piedi della Madonna e di Gesù, i due simulacri hanno dato vita, venendosi incontro, alla “paci” che, nei vari momenti, ha scadenzato l’interminabile e suggestiva processione, con le bande musicali Diana Comiso, Kasmeneo e R. Caravaglios che, nonostante il poco preavviso, anche ieri sera non hanno voluto fare mancare la propria presenza. Andrea Indigeno e Antonio Criscione hanno dato voce e volto ai due angioletti, uno per ciascun fercolo, intonando in latino l’antifona “Regina Coeli Laetare”. Un momento sempre molto suggestivo. A scadenzare i tempi della processione anche l’attività svolta dall’impresa ecologica Busso Sebastiano, che gestisce il servizio di igiene ambientale in città, adoperatasi per far sì che i luoghi interessati dal passaggio del corteo potessero presentarsi nella maniera più decorosa possibile. I riti intanto proseguono. Oggi, ci sarà la santa messa delle 19 che sarà presieduta da don Gianni Mezzasalma, rettore del seminario diocesano, con la partecipazione dei seminaristi che, dopo la funzione religiosa, incontreranno i giovani della comunità. Giovedì, alle 19, la santa messa sarà presieduta dal sacerdote Roberto Asta, vicario generale della diocesi di Ragusa, e concelebrata dai sacerdoti che provengono dalla comunità dell’Annunziata e da coloro che hanno svolto il loro ministero nella stessa comunità. Venerdì, poi, alle 19, durante la santa messa sarà chiesto il dono della pace per le famiglie: saranno festeggiate le coppie di sposi che celebrano quest’anno il 25° e il 50° anniversario di matrimonio. Alle 20 ci sarà la preghiera dinanzi ai simulacri di Gesù Risorto e della Vergine Annunziata.

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI